L’Italia e i profughi: situazione e prospettive a Palazzo Blu

L’Italia e la questione dei profughi: situazione e prospettive. Oggi 16 dicembre alle 16, se ne parla nell’auditorium di Palazzo Blu a Pisa con il prefetto Morcone e i professori Zaccaria e Di Filippo, oltre all’esperta Biondi Dal Monte. Il convegno rientra nel ciclo di iniziative promosse dal deputato Paolo Fontanelli e prova a mettere a fuoco la situazione dei profughi in Italia, cercando di indagare le prospettive.

Il prefetto Mario Morcone è capo dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del ministero dell’Interno, Roberto Zaccaria è presidente del Consiglio italiano per i rifugiati e con loro ci saranno Marcello Di Filippo dell’Università di Pisa e Francesca Biondi Dal Monte della Scuola Sant’Anna. Il convegno, rivolto in primo luogo agli amministratori locali e agli operatori istituzionali e sociali, è pubblico e aperto a tutti.
“Si tratta di un tema di forte attualità – sottolinea il deputato Paolo Fontanelli, promotore dell’iniziativa – e la discussione che è in atto ha bisogno di affrontare la questione senza vessilli propagandistici. Gli sbarchi proseguono e il nostro Paese sopporta un carico di problemi notevole e straordinario mentre l’Europa cincischia e non dà una mano. Allo stesso tempo la gestione di questa emergenza, che l’Italia sta affrontando con grande impegno e senso di responsabilità, non trova sempre sul territorio la disponibilità necessaria per risolvere i problemi nel modo migliore: troppi sono i comuni che si tirano indietro. Credo, però, che la via più efficace per attuare le iniziative necessarie sia quella del confronto sulla base di una piena consapevolezza del problema, sia nell’immediato che nel futuro. Per questo l’incontro di venerdì è occasione importante e la presenza del prefetto Morcone, che gestisce ogni giorno queste problematiche, ci consente di avere un quadro dettagliato della realtà italiana”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.