Quantcast

I tanti destini di Villa Crastan vivranno tutti insieme: a settembre un mese di sperimentazioni

Tanti i progetti nati dalla creatività dei pontederesi per un pezzo della loro storia: Villa , che per tutto il mese di settembre ospiterà tutti i colori del suo destino. Le tante idee venute fuori durante il processo partecipativo “Viva Villa Crastan Viva, portato avanti dal comune insieme alla Sociolab, saranno sperimentate per un mese, messe in opera dagli stessi soggetti che le hanno ideate.

Ben 17 i progetti arrivati alla fase della co-progettazione: luoghi d’incontro per i giovani a tema legalità, laboratori teatrali, spettacoli musicali, corsi di ogni genere e dedicati a tutte le età, un centro giovanile o sperimentazione teatrale e musicale; ma anche un ostello, mostre di artisti emergenti, allestimenti dedicati alla “Città dei Motori” e della robotica, proiezioni del compianto cinema all’aperto in giardino. Spunti, idee e progetti che, giunti ad una fase cruciale e preparatoria del bando vero e proprio, che poi darà un indirizzo più preciso, il prossimo anno, su come saranno sfruttati gli spazi della storica villa nel cuore di Pontedera . “La Villa è ‘libera’ ormai dal 2014, ma non è vero che è vuota – spiega l’assessore alla cultura Liviana Canovai. – Grazie a tanti eventi dedicati all’arte o a concerti la Villa ha continuato ad essere un luogo frequentato. Ora si tratta di dare un indirizzo all’incredibile spinta creativa e propositiva venuta fuori in questi mesi da tanti cittadini”.

Un luogo che nel frattempo, prossimamente, sarà ultimato anche nell’ultima parte dei lavori di risistemazione. “Nei prossimi mesi, grazie al contributo della Fondazione Carismi, sarà ultimato l’ultimo lotto di lavori di restyling dei locali – spiega l’assessore insieme al consigliere Mattia Belli. – Ritinteggiature, piccole risistemazioni negli impianti e alle finestre, adeguamenti dei servizi. Tutte cose che nel complesso sono il frutto di un investimento di oltre 120mila euro”. Lavori i cui risultati saranno visibili a tutti il prossimo 28 agosto, quando sarà presentato il programma del mese di eventi, dal 1 settembre al 1 ottobre, in cui saranno sperimentati tutti i progetti di riutilizzo della villa. “Un percorso che non si è mai fermato in questi mesi – dice Monica Baldini, della Sociolab – e che anche in questa fase di temporanea realizzazione dei frutti della co-progettazione vede impegnati fattivamente gli stessi soggetti che hanno portato le idee». «Progetti da cui poi dovrà sorgere una sintesi negli indirizzi del bando di gestione” conclude l’assessore.

Nilo Di Modica

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.