Pattinaggio toscano in lutto, addio a Glauco dirigente Uisp

Oggi il pattinaggio e il mondo dello sport hanno perso una grande persona. E’ questo quello che dicono tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscere Glauco Cintoi, dirigente Uisp regionale e rappresentante nel consiglio nazionale per il pattinaggio artistico.

Livornese, ma molto conosciuto in tutta la Toscana, soprattutto in provincia di Pisa e nel Comprensorio del Cuoio dove è presente l’importante realtà del pattinaggio artistico della Stella Rossa. Di lui tutti nel mondo dello sport hanno un bel ricordo. Dirigente dell’Eni nella vita oggi in pensione, Glauco si è spento questa sera 29 novembre all’ospedale di Livorno dopo un’improvvisa malattia che da qualche giorno lo aveva costretto nelle stanze del nosocomio labronico. Se ne è andato all’età di 74 anni lasciando, oltre alla moglie Marisa e al figlio Claudio anche loro impegnati nel mondo del pattinaggio come giudici Uisp, un grande vuoto in chi lo conosceva. Di lui, a tracciare un ricordo è Sergio Fasano, dirigente della Stella Rossa di Castelfranco e della Aics Pisa. “Glauco lo conoscevo da molti anni – racconta -. Con lui, anche se appartenevano ad organizzazioni sportive diverse, era nata una grande amicizia proprio grazie alla passione per il pattinaggio. Ho passato in giro per la Toscana e per l’Italia dei bei momenti con lui, era una grande persona che ha dato tanto tempo ed energie al pattinaggio. Ci mancherà sicuramente molto, la sua assenza la avvertiremo sia dal punto di vista umano che sportivo”.
Anche Matteo Franconi, ex presidente regionale della Uisp lo ricorda come un’ottima persona: “Questa sera quando mi hanno informato ci sono rimasto veramente male, era una grande persona e un ottimo dirigente, ha sempre dimostrato un grande attaccamento alla Uisp, al pattinaggio e allo sport, era molto conosciuto nel nostro ambiente”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.