Quantcast

Perde il bambino, primo interrogatorio in ospedale

Più informazioni su

La donna è stata dimessa dall’ospedale di Empoli oggi 7 novembre. E sempre oggi la Commissione ministeriale ha condotto un’analisi sull’evento relativo alla morte fetale che si è verificata nei giorni scorsi all’ospedale di Empoli (Accusa dolori e va in ospedale a Empoli, perde il bambino), sentendo gli operatori coinvolti ed esaminando la documentazione agli atti. 

Il parto cesareo in emergenza praticato al San Giuseppe è riuscito a salvare l’utero della 37enne di Empoli, che ha già una figlia e potrà averne altri, ma che non vedrà crescere quello che per 36 settimane ha portato in grembo. Quando, venerdì scorso, è arrivata in ospedale, la donna accusava dolori addominali ed è stata rimandata a casa dopo gli accertamenti necessari. La notte, però, è tornata di nuovo e gli esami hanno mostrato la morte fetale intrauterina con emorragia addominale in atto.
Oggi, all’interrogatorio della Commissione erano presenti la direzione sanitaria aziendale e quella del presidio, i direttori delle strutture operative di ostetricia e ginecologia e ostetricia professionale, oltre ai responsabili del rischio clinico regionale e aziendale. “L’Azienda – spiega – ha collaborato mettendo in evidenza i fatti come sono avvenuti, fornendo la documentazione richiesta e lo ha fatto con tutti i professionisti che sono stati coinvolti, a vario titolo, nel percorso assistenziale della paziente”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.