Quantcast

Forzano la serratura ma lui è in casa e chiama il 113

Più informazioni su

Era in casa. E li ha visti dallo spioncino armeggiare con la serratura della porta di casa sua. Con l’accusa di rapina e lesioni dolose, sono stati arrestati dalla Polizia di Stato due giovani di 24 e 37 anni, irregolari sul territorio nazionale. Quando l’uomo ha chiamato il 113, ha manifestato la preoccupazione per quei rumori. Così ieri mattina 14 novembre, gli agenti della Squadra Mobile diretti da Rita Sverdigliozzi e con la collaborazione dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, si sono precipitati in quell’abitazione di Pisa e hanno immobilizzato i due malfattori.

I due, all’arrivo della Polizia, erano ancora intenti a forzare la serratura con appositi grimaldelli e “chiavi bulgare”, strumenti che permettono di ricostruire il profilo della chiave di una serratura a “doppia mappa” senza avere la chiave originale e senza smontare la serratura della porta blindata. Il kit di attrezzi rinvenuto nella disponibilità dei due malfattori e opportunamente sequestrato è degno di veri e propri “professionisti” di furti in abitazione. I due, sorpresi dall’intervento degli operatori di polizia, senza alcuna remora, gli si sono gettati contro con forza per guadagnare la fuga. Nel frattempo gli operatori della squadra mobile sono stati raggiunti da colleghi della Squadra Volante, il cui intervento scongiurava la fuga dei malviventi e permetteva di assicurarli alla giustizia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.