Quantcast

Troppo carico in FiPiLi forma la fila, multato dalla Stradale

Più informazioni su

A chiamare la polizia stradale sono stati gli automobilisti, in coda dietro al grosso e lento tir. Sulla Firenze Pisa Livorno, un camionista polacco di 31 anni stava facendo un trasporto eccezionale ma senza rispettare le regole previste: le ditte che movimentano carichi molto ingombranti devono essere autorizzate e, poi, rispettare tutte le cautele necessarie.

L’uomo era in FiPiLi perché doveva raggiungere il porto di Livorno per imbarcare le parti di un grosso camino industriale da consegnare in Sardegna e all’altezza dello svincolo di Lavoria ha iniziato ad avere difficoltà e dietro di lui si stava formando una lunga coda di veicoli che, improvvisamente, si sono trovati davanti quel bestione. La Centrale Operativa della Polstrada ha inviato una pattuglia della Sezione di Pisa, impegnata nel dispositivo a reticolo dispiegato sulle principali arterie regionali su input della Direzione Centrale delle Specialità della Polizia di Stato. I poliziotti, giunti al volo sul posto, prima hanno spostato il Tir in un luogo sicuro e, poi, hanno multato il conducente, ritirandogli anche la patente. Lui, infatti, per arrivare prima a destinazione era partito senza comunicarlo né indicarlo nella documentazione. Ora la ditta che ha curato il trasporto dovrà trovare un altro mezzo per completare la consegna, perché quello fermato ieri sera non potrà circolare per un po’.
Sempre ieri, in A/1 all’altezza di Scandicci, la Sezione di Firenze ha controllato i TIR in transito per verificare che fossero in regola con il carico. I mezzi stipati all’inverosimile, infatti, rischiano di arrivare lunghi in frenata e di travolgere chi li precede. Sono stati pizzicati quattro furbetti in sovraccarico, ai quali la Polstrada ha contestato infrazioni per oltre mille euro, oltre a vietargli di proseguire il viaggio senza prima aver trasbordato parte della merce su un altro mezzo.
Un altro camionista, infine, è stato beccato alla guida senza aver inserito nella scatola nera la propria scheda personale. In questo modo l’uomo, 38enne originario del cosentino, sperava di fare tutta una tirata fino a Padova per scaricare rifiuti prelevati a Napoli, senza preoccuparsi dei rischi che si corrono a guidare per tante ore senza fermarsi. Ora di tempo per riposare ne avrà parecchio perché la pattuglia della Sottosezione di Firenze Nord, che lo ha fermato all’altezza del casello di Barberino, lo ha multato per quasi 900 euro, ritirandogli la patente che rischia di essere sospesa fino a tre mesi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.