Quantcast

Rischio alluvioni, Pieroni: “Bando per gli studi dei Comuni”

“La possibilità di realizzare opere di prevenzione da parte dei privati e lo stanziamento di 480mila euro a favore dei Comuni per gli studi idraulici locali”. E’ il consigliere regionale Andrea Pieroni a illustrare le nuove disposizioni della legge sulla prevenzione del rischio idraulico in Toscana.

“Sono state approvate pochi giorni fa – spiega Pieroni -, dalla giunta regionale le direttive per il bando rivolto ai Comuni per gli studi idraulici locali, come previsto dalla legge sul rischio alluvioni, approvata dall’aula dal consiglio regionale insieme a un ordine del giorno a mia firma in cui si poneva l’attenzione sul Distretto Conciario, che rappresenta un’area particolarmente dinamica in cui è fondamentale tenere insieme sviluppo economico e sicurezza del territorio. La legge sul rischio alluvioni rappresenta un passo in avanti importante rispetto alla precedente normativa”, proprio in virtù delle due disposizioni. “Oggi possiamo dirci soddisfatti perché lo stanziamento è realtà e le amministrazioni comunali potranno, così, partecipare all’avviso pubblico e attraverso i finanziamenti regionali sviluppare gli studi e implementare le mappe di pericolosità da alluvione, così da realizzare celermente le opere necessarie alla messa in sicurezza idraulica, soprattutto nei territori ad alta vocazione produttiva e industriale, come il distretto conciario”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.