La telemedicina avvicina i bimbi di Volterra a Pontedera

Un’infrastruttura tecnologica su cui è possibile attivare qualsiasi servizio di telemedicina, per garantire un supporto clinico a distanza e una condivisione di opinioni diagnostiche specialistiche. Grazie a una nuova piattaforma, Volterra e Pontedera sono sempre più vicine. La telemedicina pediatrica, infatti, le mette in contatto attraverso un sistema, realizzato in collaborazione con Estar, installato al pronto soccorso dell’ospedale volterrano e nel reparto di pediatria del Lotti.

A inaugurarlo, oggi 28 ottobre, sono stati il sindaco di Volterra Giacomo Santi, il consigliere con delega alle politiche sociali Manuel Impellizzeri e alcune mamme della Valdicecina, che hanno assistito a una dimostrazione dell’attività che può essere svolta, tra l’altro partendo da un caso vero (un accesso al Pronto Soccorso che si è verificato proprio mentre si stava per avviare la simulazione).
Sono quindi state illustrate tutte le funzionalità presenti, con l’invio di un Ecg (refertato da un cardiologo esperto in cardiologia pediatrica a Pontedera) e di alcuni esami radiologici e poi con la trasmissione di immagini di una lesione cutanea tramite una nuova app messa a disposizione dei professionisti.
Il collegamento consente infatti una comunicazione efficace perché i medici del pronto soccorso o il pediatra di turno possono richiedere una consulenza, sia attraverso l’invio di documenti come i referti diagnostici, le immagini radiologiche e gli elettrocardiogrammi sia attraverso una telecamera che inquadra il piccolo paziente nel suo scenario clinico.
Contemporaneamente o in una seconda fase, gli operatori degli ospedali di Pontedera e Volterra sono in grado di consultare centri a più alta intensità (Azienda Ospedaliero-Universitaria di Pisa ed ospedale Meyer di Firenze) come se si trovassero in loco. Da considerare che era già attivo anche un sistema di teleconsulto con la cardiologia pediatrica dell’Opa di Massa.
I punti di forza di questa innovazione sono l’estrema flessibilità, la semplicità d’uso, il pieno rispetto della privacy, la facilità di sviluppo e la completa tracciabilità, la firma digitale di richiesta e risposta.
Alla presentazione hanno partecipato, tra gli altri, il responsabile dematerializzazione e conservazione legale Riccardo Orsini, Sabina Sanguineti della direzione ospedaliera, la referente del Pronto Soccorso di Volterra Antonella Pasquinucci, la responsabile infermieristica del presidio Paola Fontanelli  e la coordinatrice infermieristica del Pronto Soccorso Angela Filidei  (da Pontedera era collegata Claudia Maggi, medico).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.