Rocca di Ripafratta al Comune, la Regione ci mette 100mila euro

Sarà acquistata da San Giuliano Terme per metterla in sicurezza e magari, aprirla al pubblico

La Rocca di Ripafratta sarà acquistata dal comune di San Giuliano Terme per metterla in sicurezza e magari, aprirla al pubblico. La Regione Toscana, con una delibera presentata dalla vicepresidente e assessore alla cultura Monica Barni, ha deciso di contribuire all’acquisto impegnando 100mila euro che saranno erogati direttamente all’amministrazione comunale.

La Rocca, infatti, sarà ceduta dai proprietari al Comune per un prezzo di 130mila euro. La Rocca di Ripafratta rappresenta una testimonianza di grande valore storico e culturale dell’architettura difensiva medievale. Risalente per la parte originaria all’anno Mille, più volte ampliata e teatro di scontri, perse poi di importanza strategica e venne abbandonata a se stessa.

Oggi, per le sue condizioni e per motivi di sicurezza, la fortificazione non è più aperta al pubblico. Per poter effettuare i necessari interventi di recupero e conservazione che la renderanno nuovamente fruibile serve quindi un intervento, che il Comune potrà fare dopo l’acquisto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.