Quantcast

Monte Pisano, il comandante dei vigili del fuoco Ciannelli visita il Centro intercomunale di protezione civile foto

L'amministrazione di Calci: "La sinergia e la collaborazione con tutte le strutture operative sono la base e la priorità per garantire una risposta emergenziale adeguata"

Questa mattina (19 maggio) il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Pisa Nicola Ciannelli e il responsabile dell’area soccorso Marco Frittella sono andati a Calci per visitare le strutture operative di protezione civile del Comune e del Centro intercomunale di protezione civile Montepisano del quale fanno parte, oltre al Comune della Valgraziosa, anche Buti e Vicopisano.

Guidata dal sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti, dall’assessore alla protezione civile Giovanni Sandroni e dalla responsabile tecnica del Centro intercomunale e della protezione civile Silvia Lorenzoni, la visita è stata anche utile in vista della ormai imminente campagna anti-incendi boschivi 2022. Tra i punti principali dell’incontro lo scambio d’informazioni reciproche inerenti le principali procedure operative in caso di calamità e l’illustrazione ai due ingegneri delle strutture nonché delle dotazioni strumentali, tecniche, informatiche e comunicative in dotazione alla sala operativa.

La visita è stata anche l’occasione per far sì che il Comune potesse mostrare al comandante provinciale dei vigili del fuoco il sistema di telecamere per la gestione delle emergenze denominato ‘Gli occhi del Bosco’.

“Una visita gradita e molto importante non solo per Calci ma per tutto il Monte Pisano – commenta l’amministrazione comunale di Calci -. La sinergia e la collaborazione con tutte le strutture operative – e in particolare con i vigili del fuoco – sono la base e la priorità per garantire una risposta emergenziale adeguata che, come abbiamo visto nel drammatico incendio del 2018, può salvare vite umane. Siamo molto soddisfatti di aver ricevuto l’apprezzamento del comandante provinciale e del responsabile dell’area soccorso che non hanno mancato di sottolineare il loro plauso – sia in termini strutturali che organizzativi – alla vista di comuni relativamente piccoli come i nostri che, in questi anni, hanno saputo investire e destinare risorse importanti per la creazione di strutture adeguate alla difesa dei cittadini e dei loro beni in caso di calamità”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.