Calzature e Moda, studenti delle medie in visita a un’azienda di Fucecchio foto

Stamattina la prima di una serie di visite per vedere come si lavora

E’ stato un calzaturificio di Fucecchio il primo a essere visitato dai ragazzi delle classi terze delle scuole medie nell’ambito del progetto dell’istituto Checchi per far conoscere ai ragazzi le aziende che si occupano di Calzature e Moda, il nuovo indirizzo scolastico.

In visita alle aziende saranno accompagnati i ragazzi di Fucecchio, Santa Croce sull’Arno, Castelfranco di Sotto, Montopoli Valdarno, Santa Maria a Monte e Larciano per conoscere l’offerta formativa e gli sbocchi occupazionali, in collaborazione con il Consorzio Toscana Manifatture.

Gli studenti, accompagnati dai propri insegnanti e dalla dirigente scolastica dell’istituto Checchi Anna Rita Leone, hanno potuto osservare da vicino i processi produttivi attraverso i quali si snoda il lavoro all’interno dell’azienda, con la possibilità di porre domande direttamente al titolare Claudio Tiezzi e ai suoi collaboratori.

“Durante questo tour – spiegano gli organizzatori – gli studenti possono così comprendere, oltre ai processi artigianali e industriali che stanno alla base ad una produzione di alto livello, anche le capacità necessarie per esercitare questa professione. Un progetto che rappresenta una vera e propria finestra sul mondo lavorativo e sul futuro che potrebbe aprirsi ai primi diplomati tecnici calzaturieri all’interno di un settore così florido nel Comprensorio del Cuoio. Il nuovo indirizzo Calzature e Moda, infatti, risponde a un bisogno formativo espresso direttamente dal tessuto produttivo del distretto industriale, al centro del quale Fucecchio si colloca in posizione strategica, in cui oggi la richiesta di tecnici qualificati supera l’offerta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.