Quantcast

“La pelle italiana non si ferma”: continuano le attività nelle concerie e in AssoConciatori foto

"Poste in essere le tutele necessarie alla sicurezza"

“E’ certamente una situazione difficile quella che stiamo vivendo, ma le aziende conciarie italiane, che come Unic Concerie Italiane ci onoriamo di rappresentare, continuano nella loro attività, con rinnovata forza, coraggio e consapevolezza”. Con queste parole, il presidente Unic Gianni Russo spiega che “La pelle italiana non si ferma”.

“Il nostro Paese – dice – è stato improvvisamente e duramente colpito dall’emergenza sanitaria causata dal coronavirus, un’emergenza epocale, con cui, quantomeno nella sua storia più recente, non si è mai dovuto confrontare. Il Governo italiano ha adottato misure di contenimento eccezionali, che ci auguriamo diano risultati positivi nel più breve tempo possibile”.

Nel frattempo le concerie, “Hanno posto in essere, fin da subito, tutte le azioni necessarie a tutela della sicurezza dei loro dipendenti, dei loro collaboratori e per garantire la continuità dell’attività produttiva, dell’assistenza tecnico stilistica alla loro clientela. Le concerie italiane, con una solida e responsabile visione di impresa e un impegno finanziario significativo e crescente, sono da sempre all’avanguardia nella ricerca di soluzioni sostenibili e si pongono come garanzia di qualità per tutta la filiera di riferimento.

Anche nei momenti di difficoltà come l’attuale, sanno dare prova di preparazione e affidabilità. E un ringraziamento sincero va a tutti coloro che da sempre sono al loro fianco: alle maestranze, uomini e donne, ai rappresentanti, ai collaboratori, ai produttori di macchine e prodotti chimici, ai tecnici di laboratorio, ai designer, ai clienti, alle istituzioni a tutti coloro che hanno a cuore questo straordinario settore del Made in Italy”.

E anche l’Associazione Conciatori non si tira indietro: “In questo delicato momento – spiega – restano operativi gli impianti consortili del distretto, che erogano i servizi di depurazione, recupero di sottoprodotti e assistenza alle aziende. Tali attività proseguono, nel rispetto di tutti gli attuali dispositivi di legge e pur in un contesto costantemente in evoluzione e salvo eventuali novità normative che potrebbero subentrare, emanate dagli organi competenti. Questo va nella direzione di dare la possibilità a tutte le aziende di continuare la loro attività.

L’Associazione sta continuando a garantire i servizi ai propri associati, in costante contatto con le amministrazioni comunali, regionali e con tutte le parti sociali: per il pomeriggio di mercoledì 11 marzo è inoltre in programma una call conference per cercare di dare indicazioni e risposte alle sue aziende associate. L’Associazione Conciatori ringrazia intanto tutto il personale sanitario per l’instancabile opera che sta svolgendo nell’interesse di tutta la comunità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.