Ponte a Egola riparte, un sito web è la vetrina comune dei commercianti

La campagna del Ccn per incentivare e agevolare il commercio locale

Un sito per raccogliere tutte le iniziative e una campagna per incentivare il commercio locale. È questa l’iniziativa del Centro commerciale naturale di Ponte a Egola che, insieme agli sforzi di Confesercenti e del comune di San Miniato, ha ideato Ponte a Egola riparte.

Ci sono tutti: dai parrucchieri alle pizzerie, dal negozio di abbigliamento alle gelaterie, sono i commercianti che hanno aspettato con apprensione la Fase 2 e si sono preparati per la ripartenza.

“Si tratta di uno stimolo che parte da San Miniato Basso – ha detto Benino Antonio Muscolo, presidente del Ccn di Ponte a Egola – e che punta a incentivare l’abitante della frazione ad acquistare nei nostri negozi. Negozi che, chiaramente, sono stati tutti sanificati e messi in sicurezza. Ci sono commercianti che lavorano da giorni per riorganizzare l’apertura con le nuove regole di accesso e per garantire a clienti e dipendenti la sicurezza necessaria”.

L’insegnamento da trarre dal lockdown, anche per il commercio locale, è che una piattaforma online in certi casi può essere un’ancora di salvezza. E allora ecco che “in cantiere c’è anche la creazione di un sito web – ha detto Muscolo – curato da Giulio Brotini e Massimo Casalini, che raccolga tutte le novità dei negozi e incentivi e motivi i commercianti a pubblicare le loro iniziative”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.