Nuovi locali e doppio spazio: La bottega del gelato rilancia per la Fase 2 foto

Investire a Castelfranco è stata la scelta fatta durante le settimane di chiusura

Ripartire è la parola d’ordine, ma subito dopo ce ne sono altre due: rilanciare e raddoppiare. Sono queste le tre Erre che hanno seguito i titolari de La bottega del gelato a Castelfranco di Sotto che, nonostante le settimane di chiusura e il lockdown, hanno deciso di rinnovare i locali e raddoppiare lo spazio della gelateria. Una scommessa difficile, un investimento in tempi di crisi e di incertezze per il futuro in cui anche la semplice riapertura non per tutti è scontata. La gelateria di fronte al parco Galilei di viale 2 giugno ci ha creduto e ha portato avanti i suoi piani che oggi, giovedì 21 maggio, trovano un primo step importante con l’inaugurazione.

“Dopo 22 anni di attività a Castelfranco – ha detto Rosita Panicucci, una dei tre soci insieme al marito e al cognato, Federico e Mirco Barbafieri – abbiamo deciso a fine anno di investire ancora su questo paese. Il virus ci ha tagliato un po’ le gambe e ci ha spiazzati, ma abbiamo deciso di continuare e cogliere l’occasione per il rilancio. Crediamo in questo paese e crediamo nei nostri clienti. Qualcosa di positivo è stato tratto anche dalle consegne a domicilio che ci hanno permesso di entrare nelle case dei clienti e di instaurare un rapporto diverso. Potevamo scegliere di aprire una nuova attività da un’altra parte, ma in tutti questi anni ci siamo trovati bene, abbiamo sempre lavorato e abbiamo trovato l’appoggio del comune che ci ha sempre sostenuto”.

Aperta nel 1998, La Bottega del gelato è un punto cardine per i castelfranchesi che la sera d’estate si ritrovano al parco Galilei. Con tre soci e tre dipendenti fissi più gli stagionali dà lavoro a quasi dieci persone ogni anno. Ora, grazie ai lavori dell’architetto Stefano Papini, i locali sono raddoppiati in modo quasi speculare con un punto di accesso diverso da quello di uscita, così come consigliato dalle direttive anti-Covid.

“Volevamo esserci all’inaugurazione – ha detto Gabriele Toti, sindaco di Castelfranco presente insieme agli assessori Ilaria Duranti e Federico Grossi – perché è un’attività importante per il paese. Siamo di fronte al parco in via due giugno, dove si sono concentrati molti investimenti del Comune. Raddoppia la gelateria e raddoppia anche il significato perché è la prima inaugurazione della fase due e dopo settimane di lockdown. Il messaggio che viene veicolato è quello di un percorso verso abitudini positive: e insieme alle nuove buone abitudini deve continuare a esserci quella di un buon gelato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.