Mercato in piazza Romero, Confesercenti: “Ambulanti d’accordo, è la scelta migliore”

"Lo spostamento nel centro di Santa Croce non aveva portato i benefici sperati per gli operatori"

“Lo spostamento del mercato in piazza Romero, anche se dettato dall’emergenza coronavirus, trova tutti d’accordo gli ambulanti. Ambulanti che con la loro commissione di mercato e la nostra associazione, hanno lavorato con il Comune con una soluzione condivisa e soprattutto in tempi rapidi”. E’ positivo il commento di Anva Confesercenti e del suo presidente pisano Roberto Luppichini, alla decisione dell’amministrazione di Santa Croce sull’Arno di riportare il mercato nell’area del Pala Parenti permettendo così la sua ripartenza.

“In queste occasioni – per Luppichini – diventa fondamentale la collaborazione tra gli operatori e l’amministrazione. Solo chi ogni mattina apre un banco sa cosa vuol dire lavorare in un mercato, conosce le aree migliori e soprattutto cosa serve per incassare. La scelta di ritornare in piazza Romero era stata sostenuta dagli ambulanti del mercato, con il nostro pieno sostegno, già da tempo.

Un grazie ad Alessandro Baldacci, Massimo Falchi, Rodolfo Bernardini e Massimo Morandi, della commissione di mercato, che hanno lavorato in prima persona con il Comune. Purtroppo lo spostamento nel centro non aveva portato i benefici sperati per gli operatori. Non a caso alcuni dei posti erano addirittura stati abbandonati.

Purtroppo torniamo nell’area del palazzetto per l’emergenza coronavirus, ma comunque con una soluzione che ci soddisfa pienamente. Soddisfa chi difende il lavoro di tante famiglie ambulanti che in questi mesi sono rimasto senza un euro di incasso. Nostro compito è tutelare anche queste attività che non sono certo di serie B. Un grazie al sindaco Giulia Deidda e agli uffici comunali per il lavoro svolto per una ripartenza immediata del mercato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.