Fioriere, cestini, illuminazione e sgravi fiscali: le richieste dei commercianti per Santa Croce

Tra le cose da migliorare, c'è anche la viabilità con Fucecchio e Castelfranco di Sotto

Riqualificazione del centro storico, miglioramento della cartellonistica e della viabilità e abbattimento della Tari per l’intero 2020. Sono queste le principali richieste di commercianti e imprenditori fatte nell’incontro organizzato da Confcommercio della provincia di Pisa per il rilancio del commercio di Santa Croce sull’Arno.

“Una assemblea molto partecipata – racconta il responsabile territoriale di Confcommercio Luca Favilli – in cui abbiamo presentato un programma condiviso dagli imprenditori, che hanno evidenziato le principali necessità da sottoporre al sindaco Giulia Deidda. Ci sono cose che Santa Croce aspetta da tempo e che possono essere attuate nel breve periodo, l’importante è che vengano realizzare il prima possibile. Secondo i commercianti, le risorse disponibili devono essere destinate al potenziamento dell’arredo urbano in centro, a partire dall’introduzione di cestini e fioriere per migliorare il centro storico e la sua fruizione, come elementi di arredo, ma anche installazioni artistiche che possano fare da elemento di attrazione. Servono poi miglioramenti urgenti sulla cartellonistica e la viabilità per chi arriva da Fucecchio e da Castelfranco di Sotto”.

Tra le priorità anche il potenziamento dell’illuminazione “innanzitutto in via Turi, piazza Garibaldi, corso Mazzini e via Lami, considerate indispensabili per limitare una situazione di degrado e restituire dignità e decoro al centro”. Necessario anche un ulteriore pacchetto di agevolazioni fiscali per fronteggiare i mancati incassi dovuti al lungo periodo di lockdown. “Sotto questo aspetto chiediamo al Comune di destinare i 70mila euro già a bilancio all’abbattimento dell’imposizione fiscale, in particolare della cancellazione della Tari per l’intero 2020”.

“È necessario – per il consulente di Confcommercio Giacomo Gozzini – un rilancio complessivo del commercio di Santa Croce. Da questo incontro sono emersi uno spirito propositivo e una voglia di fare che costituiscono le basi per raggiungere gli obiettivi. Ora contiamo sull’appoggio del Comune, al quale presenteremo il documento condiviso nell’incontro, per realizzare questi interventi nel più breve tempo possibile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.