Fidi di cantiere, 200 milioni da Crédit Agricole per le imprese del settore edilizio

I fondi da utilizzare per migliorare la classe energetica degli immobili

Un platfond da 200 milioni di euro a disposizione delle imprese consorziate utilizzabile tramite anticipi su contratto, per l’avvio dei lavori di ristrutturazione degli immobili con le agevolazioni fiscali previste dal Decreto Rilancio (Superbonus 110%, Ecobonus e altri bonus fiscali “edilizi”). Crédit Agricole Italia ha siglato un accordo con i principali confidi nazionali e territoriali e lancia l’iniziativa “Fidi di cantiere”, dedicata al sostegno delle aziende del settore edilizio.

I “Fidi di cantiere” potranno anche essere utilizzati per l’acquisto di isolanti, pannelli fotovoltaici, caldaie e altro ancora, ovvero tutti quei componenti che l’azienda deve acquistare per effettuare i lavori di ristrutturazione finalizzati ad accrescere di due livelli la classe energetica dell’immobile e accedere alle agevolazioni nel settore edilizio. Le facilitazioni saranno assistite da garanzia consortile almeno pari all’80 percento.

“Con questa iniziativa – dichiara Massimo Cerbai, direttore regionale Toscana di Crédit Agricole Italia – confermiamo il nostro impegno a sostegno di tutti gli attori della filiera delle costruzioni. Lo facciamo rimanendo fedeli alla nostra identità, ovvero quella di banca universale di prossimità attenta ai bisogni dei territori nonché alle tematiche legate alla sostenibilità”.

Nelle scorse settimane gli esperti di Crédit Agricole Italia hanno partecipato agli incontri formativi organizzati dalle associazioni di categoria e dai confidi ad esse collegati per illustrare le modalità operative sia agli associati sia ai dipendenti delle singole realtà, in particolare per quel che riguarda la cessione del credito fiscale e l’utilizzo della piattaforma di asseverazione.

Crédit Agricole Italia continua a sostenere concretamente il tessuto economico e sociale nell’attuale momento di difficoltà aggravato dalla seconda ondata della pandemia, contribuendo al rilancio economico del Paese e al miglioramento del patrimonio edilizio, anche in una logica green.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.