In marcia per la pace, 40 associazioni e 500 persone a Fucecchio fotogallery

All'appello hanno risposto anche le amministrazioni comunali

Più di 40 associazioni, circa 500 persone compresi gli amministratori comunali del territorio con la fascia tricolore e il vescovo della diocesi di San Miniato Andrea Migliavacca. In tanti hanno partecipato alla fiaccolata per la pace, organizzata in pochi giorni e accolta con un’adesione importante. Ci sono cose, d’altra parte, sulle quali è impossibile non trovarsi d’accordo: la guerra è orribile e la pace è l’augurio al mondo.

“Basta guerre” è il grido silenzioso lanciato oggi 11 gennaio a Fucecchio, in una marcia iniziata con la celebrazione della santa messa alla Collegiata e terminata in piazza Montanelli, con la lettura di un documento che sarà inviato ai potenti della terra, redatto dai giovani di Shalom – il movimento che ha organizzato la manifestazione – e letto da Chiara Boddi.

Un grido silenzioso, raccontato dall’ondeggiare delle fiaccole. Un silenzio che è il contrario degli spari e delle bombe e stelle di luce che sono comete che illuminano il cielo, con la stessa scia dei missili ma con il desiderio di essere messaggio d’amore. E il primo passo verso un mondo senza conflitti né armi. In cui migrare sia una scelta e non più l’unica possibile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.