Castelfranco di Sotto pensa ai ristoratori e rinuncia alle sagre di giugno e luglio foto

Resta in forse il bignè di Orentano, in programma ad agosto

“Dimostrare in modo concreto la propria solidarietà agli esercizi commerciali, di somministrazione al pubblico, in primis ai ristoranti, che hanno sofferto a causa della chiusura imposta dal lockdown”. Così il sindaco di Castelfranco di Sotto Gabriele Toti spiega la scelta degli organizzatori, caldeggiata dal Comune e da Confcommercio (qui) di rinunciare alle sagre di giugno e luglio.

Resta ancora in forse la Sagra del Bignè di Orentano di agosto “non è ancora – spiga il Comune – stato deciso se e come verrà svolta la manifestazione di richiamo per tante persone. L’organizzazione sta valutando insieme all’Amministrazione, in attesa delle prossime linee guida dal Governo”.

Sono 4 quindi, al momento, le sagre che saltano quest’estate a Castelfranco: la Sagra della pizza a Orentano e la Festa del Contadino di Villa Campanile, la Sagra del pesce e quella del cavatello nel capoluogo.

La decisione di annullare queste manifestazione, solitamente in programma nei mesi di giugno e luglio, è stata caldeggiata dall’amministrazione comunale che ha invitato associazioni e contrade a confrontarsi in un incontro. Durante questa riunione, alla quale hanno partecipato anche il sindaco Toti e l’assessore allo sviluppo economico Ilaria Duranti, la risposta degli organizzatori è stata unanime: “A giugno e luglio niente sagre”.

“ Ringraziamo le associazioni – ha detto Toti – che fanno il sacrificio di rinunciare a questi eventi, a cui tutti noi teniamo. Infatti le sagre rappresentano da sempre un momento di socializzazione, utili alle associazioni che le organizzano per dare linfa allo svolgimento delle proprie attività. Ma volevamo evitare il rischio di poter danneggiare ulteriormente la situazione, togliendo clienti a chi ne ha già un numero ridotto a causa del distanziamento sociale e le misure di sicurezza da rispettare”.

Hanno partecipato all’incontro e condiviso da subito l’iniziativa l’Ente Carnevale dei Bambini pro loco Orentano Aps, la pro loco di Villa Campanile, le contrade San Martino in Catiana e San Michele in Caprugnana.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.