Estate all’aperto: cinema, ginnastica e street art a Montopoli Valdarno

Iniziative itineranti e diffuse su tutto il territorio

Cinema, ginnastica e street art, tutto all’aperto. Sono 3 i progetti del comune di Montopoli Valdarno per l’estate 2020. Un’estate di certo più facile da pensare all’aperto.

Sono 8 le serate di cinema all’aperto: quattro a San Romano e quattro suddivise tra le altre frazioni. “Ripartire -per il sindaco Giovanni Capecchi – non significa solamente immaginare e progettare il futuro del tessuto economico e sociale del nostro territorio, ma anche offrire appuntamenti culturali alla cittadinanza, per creare momenti di comunità e di condivisione dopo mesi difficili”.

“Già da dicembre – spiega il vicesindaco Linda Vanni – ci stavamo preparando per questo appuntamento e non abbiamo voluto rinunciare a queste serate per regalare qualche serata di spensieratezza. Parte delle proiezioni sono finanziate dalla Regione Toscana e fanno parte del progetto Al Bosco, che ha vinto il bando pubblico in materia di sicurezza integrata e seguito dall’assessorato alle Politiche sociali e giovanili (qui). 

È un grande soddisfazione presentare questo ricco programma che coinvolgerà fasce d’età diverse e luoghi diversi, gratuiti e perciò accessibili a tutti”.

Si parte giovedì 9 luglio e lunedì 13 luglio a San Romano, nell’area verde di via Mulinaccio, lunedì 20 luglio ancora a San Romano in piazza Santa Chiara, domenica 26 luglio a Casteldelbosco nel giardino parrocchiale, lunedì 27 luglio nuovamente a San Romano in piazza Santa Chiara, domenica 2 agosto a Marti allo chalet del Circolo Arci, domenica 9 agosto a Capanne in piazza Vittorio Veneto e domenica 23 agosto a Montopoli, in piazza Menotti Pertici.

“Visto il successo dello scorso anno – per Cristina Scali, assessore alla Cultura –, la nuova edizione del cinema all’aperto era già nel programma degli eventi da realizzare per il 2020 e, nella situazione attuale, è fra le poche attività consentite che rispetta tutte le prescrizioni in vigore il cinema dà la possibilità alle persone di godere insieme, a distanza, di uno spettacolo, ma non solo: vista la disponibilità data immediatamente dalle associazioni del territorio, sarà possibile effettuare eventi collaterali per creare nuovi momenti di aggregazione e vivere spazi molto belli e solitamente poco utilizzati”.

Il cinema all’aperto si terrà anche grazie alla collaborazione con Arci Valdarno Inferiore. “L’idea del cinema itinerante – spiega il vicepresidente David Spalletti – nasce dall’esigenza di poter proiettare film in tante delle nostre piccole frazioni e dare la possibilità a tutti, sopratutto bambini e famiglie, di scendere in piazza e di appropriarsi per una sera di questi spazi collettivi, creando momenti di aggregazione e cultura condivisa  se ci sarà la possibilità, creeremo collaborazioni con altre associazioni del luogo: le difficoltà attuali ci spingono a realizzare attività in totale sicurezza, ma facendo ripartire la cultura, la ricreazione e la socializzazione, che stanno alla base della convivenza della nostra società”.

Ginnastica nel Bosco dei Frati

Prevede attività di ginnastica dolce (martedì e giovedì dalle 8,30 alle 9,30), yoga (lunedì e venerdì dalle 19 alle 20) e aerobica e tonificazione (mercoledì dalle 19 alle 20), in collaborazione con il Comitato di Zona del Cuoio dell’Uisp dal 13 al 31 luglio e dal 24 agosto al 11 settembre. “Attività all’aria aperta, per stare insieme e per dare un contributo al ritorno normalità anche attraverso l’attività sportiva” spiega il presidente Uisp Antonio Bottai.

Street art

Il laboratorio di avvicinamento alla street art prevede incontri bisettimanali da metà luglio al centro giovani gestito dall’associazione La Ruzzola. L’artista Muz (qui), già noto per il murale realizzato nell’area gioco in piazza della Costituzione, accompagnerà i ragazzi dai 12 ai 16 anni alla conoscenza dei fondamentali della tecnica della street art, degli elementi di decorazione, conoscenza dei supporti e dei materiali da utilizzare, esercitazioni su carta e pannelli ed elaborazione grafica di un progetto. “Il corso – spiega – nasce con l’intento di voler spiegare il writing, fenomeno nato alla fine degli anni settanta in America, muovendoci successivamente verso la sempre più conosciuta street art fino ad arrivare a distinguere le varie discipline anche attraverso le proprie caratteristiche. L’ultimo passo sarà quello di riqualificare uno spazio precedentemente individuato, andando a proporre in maniera permanente il frutto dell’esperienza vissuta nei giorni precedenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.