Quantcast

Green pass e mascherina anche all’aperto, la Mostra mercato del tartufo prepara il gran finale

Officina del tartufo, cooking show e tanto altro nel programma

La 50esima edizione della Mostra mercato del tartufo bianco di San Miniato si avvia verso il gran finale, quello di sabato 27 e domenica 28 novembre. Oltre al green pass, che sarà verificato con controlli a campione sin dall’accesso sulla navetta che conduce all’area della manifestazione, sarà obbligatorio indossare la mascherina anche negli spazi all’aperto, oltre agli spazi al chiusi (come gli stand e l’Officina del tartufo).

Il sindaco Simone Giglioli ha firmato l’ordinanza con cui entra in vigore questo provvedimento che vale per tutti gli spazi dell’esposizione, dalle 9 alle 23 di entrambe i giorni. “Questa misura – spiega il sindaco – si va a sommare all’obbligo di green pass all’accesso, già in vigore dal primo fine settimana ed è stata necessaria in virtù dei provvedimenti normativi adottati dal Governo vista la recrudescenza nazionale del virus. La grande affluenza agli stand non consente il distanziamento e non assicura che non ci siano assembramenti. Ci sono migliaia di pedoni in movimento per il centro in questi due giorni ed è quindi necessario adottare ulteriori misure precauzionali a tutela della sanità pubblica, oltre al green pass, appunto, adottando l’utilizzo delle mascherine in tutto lo spazio della festa, laddove non è possibile garantire il distanziamento, anche se si è in zona bianca”.

L’obbligo non vale per i bambini di età inferiore a 6 anni e per coloro che hanno forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina, mentre è sempre obbligatoria per gli operatori commerciali che dovranno anche mettere a disposizione dei clienti prodotti igienizzanti per le mani, in particolare accanto ai sistemi di pagamento. “Chiedo ai visitatori che verranno a San Miniato per questo ultime fine settimana, di essere rispettosi delle norme, augurandomi che si possa avere un ultimo weekend all’insegna del divertimento e della valorizzazione delle nostre eccellenze, senza però perdere di vista la sicurezza”.

Nel programma

Tanti gli appuntamenti in cartellone. Tra questi, sabato 27 novembre l’Officina del tartufo apre alle 10. Alle 15 il talk show è con Francesca Allegri, sul tema Il ruolo della donna nella Divina Commedia. Alle 16,30 il cooking show è a cura dell’Associazione Cuochi Pisani con la chef Veronica Vanni. Alle 18 “Storia di una famiglia di pasticceri”, con Paolo Gazzarrini.

Alle 17,30 a palazzo Grifoni l’incontro è sul tema “La vita al tempo degli hacker: la sicurezza informatica aiuta a difenderci dal nemico moderno”. Intervengono: Antonio Mazzeo presidente del consiglio regionale e Rita Forsi già direttrice Istituto Superiore delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell’Informazione, Ministero dello Sviluppo Economico che sarà nominata ambasciatrice del tartufo bianco di San Miniato. Alle 21,15, la chiesa di San Rocco ospita lo spettacolo “Una rosa per Rosa”, omaggio a Rosa Balistreri (Ilaria Savini voce, Rocco Giorgi chitarra classica) con ingresso gratuito, per prenotazioni comunicazione@drammapopolare.it.

Anche domenica 28 novembre l’Officina del tartufo apre alle 10 con l’incontro Dispositivi di realtà aumentata in supporto alla chirurgia con Virginia Mamone, ingegnere biomedico Dipartimento Cardio Toracico Vascolare dell’Aoup Cisanello che sarà nominata ambasciatrice del tartufo bianco di San Miniato.

Alle 16,30 il cooking show è con la chef Giuseppina Pizzolato della scuola di cucina “Italian Cooking” di Certaldo. Nell’occasione – dalle 18 in poi – verranno conferiti anche i tradizionali premi relativi alla stagione del tartufo: il “Tartufo d’Oro”, da parte di Fondazione San Miniato Promozione al tartufo più grande trovato finora nell’area delle colline sanminiatesi; “Tartufissimo”, da parte della pro loco per il tartufo più grande esposto nei tre weekend della Mostra; Premio “Stagnazza”, il cui vincitore verrà svelato dall’Associazione Tartufai.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.