Quantcast

Un balcone sulla valle dell’Arno, Parco Corsini inaugura la Torre di mezzo foto

Nell'ottica di "una gestione unitaria dell'intero parco che si inserisca nel circuito turistico del centro storico e del cammino della via Francigena"

Sabato 4 dicembre alle 12 sarà inaugurato il punto panoramico sulla sommità della Torre di mezzo, nel Parco Corsini di Fucecchio, nato dall’inserimento all’interno della struttura di una scala in ferro e di alcune balconate che consentono la visione dall’alto della valle dell’Arno. Il progetto, approvato in via definitiva nel 2018, è stato cofinanziato dalla Regione Toscana (138mila euro arrivati dal bando per le città murate) e dal Comune di Fucecchio e va a collocarsi lungo il tragitto della via Francigena (Fucecchio è comune capofila dell’aggregazione toscana centro sud) valorizzando l’antico tracciato dei pellegrini.

L’intervento, oltre alla valenza turistica, ha anche lo scopo di conservare al meglio una delle antiche torri attraverso il consolidamento sismico. All’inaugurazione parteciperanno, tra gli altri, il governatore della Toscana Eugenio Giani, Andrea Vanni Desideri direttore del Museo Civico e Diocesano di Fucecchio e l’architetto Paola Pollina, dirigente del settore assetto del territorio e lavori pubblici del Comune di Fucecchio.

La Torre di mezzo così, dopo alcuni secoli tornerà, in un certo senso, alla sua funzione originaria: un tempo punto di avvistamento fondamentale per le strategie difensive della Rocca Corsini e del Castello di Salamarzana, oggi punto panoramico per ammirare la valle dell’Arno volgendo lo sguardo verso la Rocca di Federico II a San Miniato.

“Sono molto felice di poter inaugurare un’opera – commenta il sindaco Alessio Spinelli – che valorizza il nostro patrimonio storico e architettonico offrendo la possibilità ai fucecchiesi e ai turisti che vorranno raggiungere Parco Corsini di salire sulla sommità di una torre che ha quasi ottocento anni di vita e che si trova lungo l’antico tracciato che da Canterbury conduceva i pellegrini fino a Roma. Gli sforzi che stiamo facendo in questi anni per valorizzare il territorio e per aggiungere alle vocazioni produttive di carattere artigianale e industriale di Fucecchio anche un’immagine legata al turismo e alla scoperta di un bellissimo territorio come il nostro sta trovando risposte e apprezzamenti da più parti.

Lo testimonia l’aumento che abbiamo avuto negli ultimi anni di strutture ricettive e l’interesse crescente per la nostra realtà anche da parte di tanti operatori del settore. Non a caso in quest’ultimo periodo sono nate associazioni come Fucecchio Turismo e si stanno inaugurando più uffici turistici nel nostro centro cittadino, cosa fino a qualche anno fa assolutamente impensabile”.

Per visitare la Torre è necessario prenotare al Museo Civico e Diocesano ma in seguito la visita verrà inserita in un progetto più complessivo per la fruizione e la valorizzazione dell’intero Parco Corsini. “Faremo un percorso progettuale – spiega il sindaco Alessio Spinelli – coinvolgendo le associazioni e raccogliendo le loro proposte in modo da avere una gestione unitaria dell’intero parco che si inserisca nel circuito turistico dei beni storici e architettonici del centro storico e del cammino della via Francigena”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.