La campionessa di ginnastica è la Donna Più 2022, Rachele di Capanne ha vinto Per Stasera canto io foto

Avis: "La cosa che più ci premeva era di poter promuovere la donazione di sangue e questo è avvenuto concretamente"

Due sono stati gli eventi tradizionali che hanno riscosso molto successo nelle quattro giornate della Festa del Donatore: il “Premio Donna Più” ed il concorso canorao “Stasera canto io under 20”. La donna scelta quest’anno è stata Emma Casalini, residente ad Angelica (nel comune di Montopoli) campionessa italiana di ginnastica ritmica categoria junior nel 2021 quando ancora non aveva compiuto i 17 anni. 

Emma è stata premiata per il risultato ottenuto, ma anche perché questo risultato non è stato conseguito per fortunate coincidenze ma è stato invece il frutto di tanta determinazione e tanti sacrifici. Emma infatti fin dall’età di 6 anni si allena alla Polisportiva di Castelfranco di Sotto e fino ad oggi è riuscita a coniugare lo studio al liceo Virgilio di Empoli con gli allenamenti (4 volte la settimana per 3 o 4 ore al giorno) e la propria vita privata. Per la giuria quindi è stato facile scegliere Emma come esempio da seguire se nella vita si vogliono raggiungere traguardi che a volte sembrano irrangiugibili.

Per Stasera canto io under 20, sul palco sono saliti 14 cantanti  provenienti anche da fuori provincia e giudicati da una giuria composta, tra gli altri, dai musicisti Maurizio Petralli e Giacomo Gronchi e dalla presidente dell’Accademia musicale Caccini Marina Remorini. La prima classificata è stata Rachele De Santis di 20 anni di Capanne con 59/60. Al secondo posto il duo composto da Giorgia (14anni) e Flaminia (17 anni) Ciolli di San Miniato  con 56/60 e terza classificata Michela Besso (16 anni) di Livorno con 55/60. Premio speciale infine a Emma Sferruzza di Santa Maria a Monte che con i suoi 7 anni è risultata la più giovane cantante in gara.

“Per noi – dicono all’Avis – è stato un successo inaspettato che ci ha riempito di soddisfazione e ripagato degli enormi sacrifici che i volontari hanno fatto per organizzare e gestire al meglio le 4 giornate della Festa. La cosa che più ci premeva era di poter promuovere la donazione di sangue e questo è avvenuto concretamente grazie al supporto di Marta, la nostra volontaria del servizio civile e grazie ai ripetuti appelli a donare rivolti ai (tantissimi) presenti  dal palco della nostra Festa. Un grazie di cuore da parte di Avis a tutti coloro che ci sono venuti a trovare ma soprattutto ai tantissimi volontari che hanno dedicato il loro tempo per da vita e portare al termine nel migliore dei modi la nostra Festa del Donatore”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.