Quantcast

Sostegno alle utenze deboli, da Acque Spa 400mila euro

Un fondo nato per sostenere le utenze deboli e garantire l’accesso al servizio. Questa la filosofia con la quale l’Autorità Idrica Toscana istituito nel 2009 un fondo di solidarietà per le condizioni di particolare disagio, necessitanti di sgravi sulle bollette dell’acqua. Per l’anno 2016, il fondo da erogare da parte di Acque SpA ai comuni del territorio gestito, secondo la ripartizione basata sul numero delle utenze (tenuto conto anche dei residui non assegnati negli anni precedenti), ammonta a 467.099 euro.

Ad essere preposti alla gestione del fondo erogato da Acque SpA sono gli stessi comuni, attraverso i servizi sociali: ciascun comune definisce la soglia di reddito familiare, calcolata in base all’Isee (indicatore situazione economica equivalente), al di sotto della quale l’utente può richiedere l’agevolazione. Il fondo è vincolato al sostegno delle utenze del servizio idrico. La richieste di agevolazione deve essere presentate al comune di residenza, che in seguito provvede anche all’erogazione del contributo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.