Mascherine per la casa di riposo, il regalo di un’azienda

Il dono di una conceria alla Meacci di Santa Croce sull'Arno

La Conceria Tuscania di Castelfranco di Sotto ha donato mille mascherine alla casa di riposo Meacci di Santa Croce sull’Arno.

I dispositivi di protezione individuale, lo abbiamo imparato in questi giorni, sono difficili da trovare e anche costosi, ma la sicurezza è fondamentale, specie per chi lavora e vive in mezzo agli anziani. Per tutelare i nonni (che sono i più fragili davanti al coronavirus) e anche chi li assiste, li intrattiene e gli fa compagnia tutti i giorni, le mascherine sono indispensabili.

E regalare sicurezza, in questo momento, è una premura importante. “Grazie doppio, quindi – ha detto il sindaco Giulia Deidda -, a Francesco e a Azzurra per la loro generosità. Grazie a tutti coloro che hanno, in questi giorni, un pensiero per gli altri. Siamo alla terza settimana di limitazioni alla nostra vita quotidiana ed è dura, lo so. Ma diventa più sopportabile con notizie come questa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.