Regione studia le linee di indirizzo per la sicurezza nei luoghi di lavoro

Confronto con sindacati e associazioni datoriali per le misure anti-contagio

Le associazioni datoriali hanno offerto la propria collaborazione alla Regione per la redazione di linee di indirizzo condivise a tutela dei lavoratori impegnati nelle attività essenziali. Il presidente della Toscana Enrico Rossi ha accolto con piacere la disponibilità a collaborare dei rappresentanti dei datori di lavoro, anch’essi coinvolti nella lotta per fronteggiare l’emergenza coronavirus e limitare il contagio.

Le linee di indirizzo per la sicurezza dei lavoratori impegnati nelle attività essenziali rimaste aperte dopo il decreto del 22 marzo sono in via di elaborazione.

Oltre alla parte datoriale, la Regione sta lavorando in collaborazione con i servizi di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro (Pisll) e le organizzazioni sindacali per fornire alle aziende indicazioni e raccomandazioni circa le procedure da adottare in ogni settore lavorativo. Sono presi in considerazione tutti gli ambienti di lavoro, ma ci si concentra in particolare su negozi e supermercati, si dettagliano le modalità di pulizia e sanificazione, l’utilizzo delle mascherine e lo svolgimento dei controlli riguardo al rispetto delle procedure anti-contagio.  

“La Regione accoglie molto favorevolmente il contributo delle associazioni datoriali – spiega il presidente della giunta regionale Enrico Rossi – la collaborazione e sinergia di tutte le parti interessate, lavoratori e datori di lavoro, è indispensabile in questo momento di emergenza per garantire la sicurezza dei lavoratori e limitare la diffusione del contagio, nella consapevolezza che è indispensabile mantenere produttive le attività essenziali“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.