Quantcast

Ccn San Miniato Basso, uno scatto collettivo per il rilancio del commercio

Il presidente Speranza: "Non ci siamo mai fermati, siamo pronti alle nuove aperture"

Se è vero che un’immagine vale più di mille parole, quella lanciata dal Centro commerciale naturale di San Miniato Basso è emblematica. Tutti i commercianti iscritti si sono ritrovati per uno scatto ‘protetto’, ognuno con indosso la propria mascherina. Perché, questo il messaggio, anche in questa fase 2 è possibile tornare vicini e rivolgersi al negozio sotto casa.

“Il momento della responsabilità è stato lungo due mesi – dicono dal Ccn – con le saracinesche abbassate per non alimentare la diffusione di una pandemia che ha sconvolto le vite di tutti nel mondo. Chi è rimasto aperto, come i negozi di alimentari, ha servito al meglio i residenti di San Miniato Basso. Chi non poteva rimanere aperto per disposizioni governative, ha lavorato per iniziative solidali e per dare il proprio contributo alla comunità. Tutti i pezzi di un mosaico riuniti in una foto, quest’oggi, per dire: noi ci siamo, potete contare su di noi”.

“Tra iniziative solidali e videoconferenze, non siamo mai stati fermi – commenta il presidente del Ccn Pierfranco Speranza – Adesso è giunto il momento di una riapertura più estesa delle attività commerciali a partire dal 18 maggio. Come Ccn siamo pronti”.

La prospettiva dell’ente va anche inquadrata in un disegno più ampio, che punta a valorizzare l’intero comune di San Miniato. “Stiamo lavorando di concerto con i Ccn di Ponte a Egola e San Miniato centro storico, vogliamo che il nostro impegno sia quello di dare una vetrina per San Miniato, riconosciuta anche al di fuori della comunità strettamente locale”.

Intanto però, è tempo di mantenere quella promessa fatta qualche tempo fa: “Ricordiamoci dei commercianti a emergenza conclusa – ricorda in conclusione Speranza – Fare acquisti con il commercio di vicinato, ora che diventa possibile con l’allentamento delle maglie da parte del governo, è possibile e auspicabile. Questo periodo di stop ci ha fatto riscoprire che la comunità si fa vivendoci all’interno, scambiando quattro chiacchiere. Dietro la mascherina rimarrà sempre il nostro sorriso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.