Il Borgo che vorrei batte il coronavirus e inaugura un’altra attività foto

Daniele a Ponte a Cappiano produce birra, da degustare a Santa Maria a Monte

Da un paio di anni produce birra artigianale a Ponte a Cappiano di Fucecchio. Per degustarla, da ieri 26 luglio, Daniele Nespica ha aperto una TapRoom (una sala degustazione) a Santa Maria a Monte. Il coronavirus non ha fermato Il borgo che vorrei che, anzi, ieri sera era tutto… un fermento.

L’attività del progetto Il borgo che vorrei 3.0 si aggiunge a quelle aperte sinora, grazie all’adesione ai bandi proposti, per un borgo a misura di cittadino.

“Daniele – spiega l’amministrazione comunale intervenuta in massa – ha creduto nel centro storico e nelle sue potenzialità che potrebbero davvero attivare quella naturale vocazione turistica a cui Santa Maria a Monte da ormai un po’ di anni sta cercando di tendere.

La Birreria Aries è presente sul mercato da due anni con l’omonimo birrificio a Fucecchio e l’intenzione del proprietario è quella di aprire locale nel quale degustare le birre artigianali di produzione. Una scelta variegata fra i 6 o 7 stili prodotti da Aries: dalle birre belghe di colore biondo, le Golden, alle doppio malto inglesi”.

Intanto nel Borgo si è allargato anche Focus: lo studio creativo di Alessio Petrucci ha inaugurato il suo nuovo studio fotografico: mantenendo i servizi fotografici per matrimoni e cerimonie, ha ampliato la gamma dei servizi offerti.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.