Depurazione, il Consorzio Conciatori “Non ha chiuso la porta alla gestione unica. Ogni anno AssoConciatori parla male di Ponte a Egola e Cuoiodepur”

L'assemblea dei soci ha confermato il consiglio e Matteoli alla guida

“Il Consorzio Conciatori non ha mai chiuso la porta alla gestione unica. Proclami e dichiarazioni non corrette inaspriscono i rapporti e screditano ingiustamente l’ottimo lavoro dei nostri amministratori e dipendenti. Ci rammarichiamo che l’Associazione Conciatori ogni anno avverta l’esigenza di parlar male di Ponte a Egola e Cuoiodepur. Noi all’assemblea abbiamo sottolineato invece la straordinaria collaborazione dimostrata durante il periodo di lockdown. Gli uffici delle due associazioni hanno lavorato con grande sinergia, a tutela dei lavoratori e delle concerie”.

Dopo Santa Croce sull’Arno (qui), anche Ponte a Egola ha riunito i soci nell’annuale assemblea, in un periodo faticoso per fare bilanci. “La concia attraversa una fase delicata, ma il Consorzio Conciatori è già al lavoro per costruire il futuro del Distretto”. ha detto Michele Matteoli, riconfermato alla presidenza del Cda insieme a tutti gli altri membri del consiglio di amministrazione: restano vicepresidenti Mauro Fiaschi ed Ettore Valori e consiglieri Alessio Bonciolini, Francesco Brotini, Michele Carrara, Marco Montanelli, Massimo Caponi, Alessio Monti, Simone Nieri, Luca Tempesti, Leonardo Traversi.

Conferma anche per il revisore contabile Rosella Terreni. “Sono contento – ha detto Matteoli – dell’esito della votazione, che conferma la grande fiducia dei nostri associati.  Il nostro è un Cda giovane, che da soli cinque anni ha l’onore di amministrare il Consorzio con grande compattezza e affiatamento. Vogliamo guardare al futuro con ambizione, lavorando per la crescita del nostro comparto”.

All’Assemblea dei soci per l’approvazione del bilancio 2019 hanno partecipato il sindaco di San Miniato Simone Giglioli, il vicesindaco Elisa Montanelli e l’assessore Marzia Fattori.
“Voglio ringraziare di cuore – ha detto il presidente – i rappresentanti del Comune di San Miniato, che hanno accettato come sempre il nostro invito, a dimostrazione della indefessa vicinanza delle istituzioni al comparto, in un momento estremamente difficile. Anche quest’anno ci siamo confrontati sulle tante iniziative promosse dal Consorzio a favore degli associati e del territorio. Abbiamo parlato di ambiente, di lavoro, di sicurezza e di futuro”.

“Alla stessa maniera rivolgo un doveroso ringraziamento a tutti i componenti del Comitato d’Area di Distretto, all’Unic e all’Unione Industriale Pisana, per il modo straordinario con cui hanno collaborato alla gestione della fase emergenziale. Se sapremo lavorare insieme così, potremo vincere anche le prossime sfide”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.