Quantcast

Bitcoin può essere utilizzato per acquistare beni immobili e caffè in un bar

Più informazioni su

Quasi tutti i paesi consentono l’uso della criptovaluta come mezzo di pagamento finanziario, commerciale e ordinario. Sto parlando principalmente dei leader delle economie mondiali, come Stati Uniti, Russia, Cina, Giappone, Canada e Germania. In questi paesi, il bitcoin può essere utilizzato per acquistare beni immobili e caffè in un bar. Anche la Svizzera è già chiamata “cripto valle” perché lì è possibile pagare le tasse comunali con criptovalute.

Le considerazioni di cui sopra indicano solo l’instabilità del sistema fiscale polacco in materia di attività economiche legate al trading di criptovaluta. Le autorità fiscali cambiano idea come in un caleidoscopio, che non ispira fiducia nei contribuenti. La maggior parte di loro non ha attualmente alcuna informazione pratica su come regolare le criptovalute con il Tesoro. Tuttavia, ci sono paesi, come quelli sopra menzionati, che sono amici delle criptovalute e delle attività economiche condotte nel campo delle loro negoziazioni. Tuttavia, va ricordato che essendo un residente fiscale polacco, un contribuente ha un obbligo fiscale illimitato. Ecco perché gli imprenditori che vogliono condurre affari basati su criptovalute stanno cambiando il loro luogo di residenza, il centro degli interessi economici e della vita.

Esistono molte opportunità per gestire un’attività in condizioni più favorevoli del sistema polacco. Vale la pena prestare attenzione principalmente a quei sistemi legali che offrono la possibilità di condurre affari a condizioni favorevoli. Ad esempio, il vantaggio è la mancanza della necessità di condurre rapporti finanziari in società costituite in alcuni paesi, nonché numerose agevolazioni legali e fiscali, che sono già previste, ad esempio dalla legislazione maltese (un sistema fiscale favorevole che soddisfa gli investitori in criptovaluta, nessuna regolamentazione CFC, nessuna conseguenza negativa legata al CRS, soluzioni fiscali accettate anche dalle autorità fiscali polacche). Una nuova ed efficace soluzione sarà quella di utilizzare, ad esempio, le disposizioni legali favorevoli delle Isole Marshall con l’ottenimento simultaneo di una residenza maltese. Una soluzione adeguatamente preparata non è solo pratica ma anche conforme alle leggi applicabili. Esistono anche soluzioni che non si basano affatto sul cambio di residenza e, di conseguenza, su una parte significativa della propria vita, ma che collegano il sistema giuridico polacco a quello straniero, incluso il maltese.

Inoltre, non sono solo gli affari ad affrontare i problemi relativi alla liquidazione dei debiti statali. Molte persone, che trattano le criptovalute come un hobby, sono in bilico sul rischio associato alle conseguenze dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e persino del PCC. Pertanto, vale la pena considerare di cambiare il luogo di residenza fiscale non solo nel contesto della tua attività, ma anche nella tua vita privata. registrati  il miglior software con cui si può fare qualsiasi tipo di transazione per bitcoin.

Per le persone che, tuttavia, non decidono sulle soluzioni fiscali internazionali per quanto riguarda il regolamento delle criptovalute, abbiamo preparato un’offerta basata sulla legge fiscale polacca. Per quanto riguarda la valuta virtuale, lo Studio Legale Skarbiec offre, tra gli altri:

  • consulenza nel campo dell’emergere di un obbligo fiscale nelle transazioni C2C, B2C, B2B
  • determinare le conseguenze fiscali delle transazioni
  • scegliendo soluzioni che consentano risparmi fiscali

Consulenza e pianificazione fiscale: (estrazione mineraria, negoziazione, intermediazione, arbitrato, cambio valuta, borsa); regolamenti fiscali correnti (dichiarazioni dei redditi); formazione.

I ricavi dallo scambio di criptovaluta per valuta (domestica o estera) sono stati inclusi nella fonte di reddito, che sono i diritti di proprietà di cui all’articolo 18 del Personal Income Tax Act (PIT). Soddisfano la definizione di questi diritti perché sono strettamente correlati all’interesse economico del titolare dei diritti, possono essere scambiati, avere un valore di proprietà specifico. Secondo l’approccio fiscale, sia quando si vende criptovaluta sia si converte in un’altra valuta elettronica, l’imposta dovrebbe essere pagata, applicando rispettivamente alla scala fiscale (18% e 32%), oppure – nel caso degli imprenditori – scegliendo il aliquota forfettaria (19%). L’imposta forfettaria si applica sia alle persone fisiche (imprenditori) sia alle persone giuridiche. Il contribuente deve avere il diritto di dimostrare i costi per ottenerlo in relazione al reddito conseguito.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.