Comprare azioni Microsoft: è questo il momento per farlo?

Più informazioni su

Da quando Microsoft ha annunciato la data di uscita della sua nuova Xbox, divisa in serie Serie X e Serie S, previste (ora lo sappiamo!) per il 10 novembre, le quotazione in borsa della famosissima Microsoft Corporation hanno cominciato a salire vertiginosamente. Non sorprende quindi che siano in molti si siano chieste se non è questo il momento giusto per comprare azioni Microsoft.

Ma procediamo con ordine e guardiamo un po’ alla storia di questo gigante dell’informatica; un titano dell’informatica legato indissolubilmente a uno degli uomini più ricchi in assoluto della storia: Bill Gates.

Un po’ di storia: la Microsoft negli anni

La nascita della Microsoft risale oramai a più di 40 anni fa, al 4 aprile del 1975 per l’esattezza, giorno in cui Bill Gates e Paul Allen iniziarono lo sviluppo di un interprete del BASIC per l’Altair 8800.

Da lì, iniziò un dominio assoluto del mercato di sistemi operativi per PC partito negli anni ’80 con l’MS-DOS prima, e con Microsoft Windows negli anni ’90 poi.

Con questi presupposti, l’arrivo in borsa del titolo Microsoft non poteva che essere imminente; ed infatti già nel 1986 nel momento in cui quando questa venne quotata si osservò un aumento spropositato del prezzo delle sue azioni quasi immediato; aumento che rese l’artefice di questo progetto, Bill Gates, e tutti quelli che lo avevano seguito e supportato come collaboratori stretti, dei miliardari. Coloro invece i quali riuscirono a impossessarsi per primi delle azioni Microsoft, divennero di conseguenza dei milionari.

Moltissime cose sono cambiate da allora e la Microsoft ha diversificato il suo mercato, che ora non si limita ai sistemi operativi per personal computer. Microsoft è oramai divenuto un brand il cui nome richiama immediatamente a tutto ciò che c’è di più tecnologico nelle nostre vite ed oltre ad aver creato una varietà di prodotti tecnologici sempre più innovativi e all’avanguardia (come per l’appunto il passaggio al mondo videoludico con la creazione della Xbox), ha anche acquistato asset importanti: tutti ricordiamo ad esempio una delle acquisizioni più importanti, cioè l’acquisto di Skype per ben 8,5 miliardi di dollari.

Ma come può, il cosiddetto “uomo comune”, investire nel colosso di Redmund?

Acquistare azioni Microsoft: è possibile?

Una volta che abbiamo ben compreso la storia e la potenza di questo gigante tecnologica una domanda sorge in maniera più che lecita: è possibile comprare azioni Microsoft?

Ebbene, la risposta è sì: è possibile.

Per investire in esso però, se si vorranno seguire le vie per così dire più “canoniche” saremo costretti ad affrontare una serie di spese non proprio contenute. Una prima soluzione potrebbe arrivare da un acquisto azionario effettuato tramite una Banca. Queste prevederanno però l’apertura di un conto con essa, il pagamento di commissioni fisse e un costo da pagare a ogni commissione eseguita. Inoltre, il nostro sarà guadagno sarà principalmente collegato all’andamento sempre positivo del casa informatica di Bill Gates.

Un’altra soluzione interessante però ci arriva da uno strumento finanziario derivato chiamato CFD (Contract for Difference). Questi ci permetteranno prima di tutto di guadagnare sia che il titolo vada su sia che questo vada già, e non prevede grossi investimenti iniziali d’entrata. Questo tipo di strumenti viene utilizzato principalmente per il trading online però, e quindi sarà utile assicurarsi di scegliere un broker online affidabile.

Vista la vasta scelta di broker online presenti sul “mercato” del trading online, vi consigliamo soprattutto di fare attenzione alle certificazioni e autorizzazioni che questi possiede per operare sul nostro territorio in tutta sicurezza (vedi licenze CySEC e CONSOB ad esempio) e che non ci siano costi fissi esosi come invece spesso accade in banca.

La maggior parte di loro inoltre vi darà la possibilità di aprire un conto demo gratuito, quindi se non siete avvezzi a qualsivoglia forma di trading potreste optare per questa opzioni: ciò vi darà la possibilità di fare trading con soldi “virtuali” senza essere ossessionati dal guadagno o avendo paura di perdere tutto per un clic sbagliato.

Detto ciò, ci teniamo a concludere l’articolo con un’avvertenza: il trading online, l’investimento in borsa, è pur sempre una speculazione di tipo finanziaria; e come ogni tipo di speculazione finanziaria il rischio di perdere tutto quello che si è guadagnato o investito fino a quel momento è sempre presente. Quindi fate attenzione!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.