“Un acceleratore di business” che mette insieme le competenze: presentato il Village Crédit Agricole

Nei primi mesi hanno partecipato 35 startup di tutto il mondo

Le Village by Ca Parma, ecosistema dell’innovazione targato Crédit Agricole, si è presentato ufficialmente alla città oggi 2 ottobre, raccontando i primi mesi di attività: 29 startup, 17 partner, 14 abilitatori, 10 webinar e 1 innovation challenge che ha visto la partecipazione di 35 startup di tutto il mondo.

All’opening, insieme al responsabile del Crédit Agricole in Italia Giampiero Maioli, al presidente del Village Gino Gandolfi e al sindaco del Village Francesco Ramazzotti, erano presenti il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e il sindaco di Parma Federico Pizzarotti nonché numerose personalità del mondo imprenditoriale e dell’innovazione.

Secondo Village italiano di Crédit Agricole dopo quello di Milano e 35esimo del network internazionale sviluppato dall’istituto in Francia e in Europa, Le Village by CA Parma ha l’obiettivo di selezionare, sostenere e promuovere startup.
Nei primi mesi dall’apertura, la sede ha accolto le startup e i partner che, insieme gli abilitatori, formano un vero e proprio ecosistema in cui le singole parti contribuiscono allo sviluppo del Village, dando vita a un’economia circolare che trova la sua definizione nel concetto “Collaborare per innovare”.

Le Village è un progetto di accelerazione di business attraverso cui Crédit Agricole conferma il suo ruolo in Italia a sostegno delle giovani aziende ad alto potenziale innovativo e di crescita. Un progetto a cui collaborano attivamente alcune delle realtà più attive del territorio.

“L’apertura del Village di Parma – spiega Maioli – è stata possibile perché il Gruppo non si è mai fermato e ha continuato a lavorare nonostante l’emergenza, conscio dell’importanza di non far mancare il proprio slancio per favorire la ripresa. Oggi inauguriamo un punto di riferimento per l’innovazione di tutto il territorio emiliano”.
Grazie a questo modello, fedele al concept francese ma declinato alla realtà territoriale italiana, le startup ospitate dal Village di Parma possono avvalersi di una gamma completa di servizi: mentoring, programmi di formazione, coaching, incontri di matching con investitori e aziende corporate, supporto al fundraising e all’internazionalizzazione.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.