“Ogni anno penseremo a qualcosa”, donati i tablet agli studenti del Checchi Calzature foto

"La scuola è il nostro futuro e investire su ragazzi che si appassionano al mondo della calzatura significa investire su noi stessi"

Ogni anno penseremo a qualcosa, a uno strumento di lavoro e di studio in più. Spero che anche gli altri calzaturifici componenti del Consorzio prenderanno esempio da noi e vogliano dare seguito a questa nostra operazione perché la scuola è il nostro futuro e investire su ragazzi che si appassionano al mondo della calzatura significa investire su noi stessi”. La promessa ai ragazzi della classe I dell’indirizzo tecnico tecnologico calzature del Checchi di Fucecchio l’ha fatta Luca Sani, presidente del Consorzio Toscana Manifatture, che oggi 18 dicembre ha consegnato agli studenti un tablet di ultima generazione corredato da cover in pelle di tutti i colori e un cloud dedicato per favorire l’interazione futura tra scuola e aziende.

Destinando così ai ragazzi, il budget in genere impiegato per l’acquisto delle strenne natalizie a clienti, fornitori e collaboratori. “In un anno così particolare – continua Sani – e complicato per l’insegnamento, dare un segnale di questo genere ci sembrava la cosa più giusta da fare. Questo vuole essere solo l’inizio di un processo di interazione tra studenti, aziende e Consorzio che farà da collante. Per raccontare, per dirvi delle cose, per farci raccontare da voi le vostre esperienze e in questo momento di didattica a distanza ciò diventa ancor più essenziale. Ci auguriamo così di innescare questo meccanismo in questa prima classe di indirizzo calzaturiero a livello nazionale, nata a Fucecchio e che rappresenta il nostro orgoglio”.

Alla cerimonia di consegna erano presenti l’assessore alla scuola e vicesindaco Emma Donnini e il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli. “Credo – ha detto – che la cosa migliore sia quella di ritornare un po’ alla manifattura, all’artigianato locale perché il profumo della pelle, l’odore che si respira in queste aziende è la cosa più bella che c’è. Noi veniamo da lì e quindi la Toscana nel mondo deve riconquistare questa grande posizione e grazie a questa scuola, a questo indirizzo, saranno formati i nuovi tecnici nel mondo della calzatura e come amministrazione comunale ne vado particolarmente orgoglioso”.

La consegna dei tablet è avvenuta anche alla presenza della dirigente scolastica dell’Istituto Genny Pellitteri. “Abbiamo – ha detto – in serbo per voi tante attività da proporre nei prossimi anni, abbiate fiducia in chi vi accompagnerà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.