Quantcast

Confesercenti Toscana nord, confermato alla presidenza Alessio Lucarotti foto

L’elezione da parte dei 130 delegati è avvenuta all’auditorium Ricci della Camera di Commercio di Pisa

Alessio Lucarotti è stato confermato alla presidenza di Confesercenti Toscana nord per il quadriennio 2021-2025. L’elezione da parte dei 130 delegati è avvenuta all’auditorium Ricci della Camera di Commercio di Pisa.

Un appuntamento, presieduto dalla direttrice generale dell’associazione Miria Paolicchi, che ha visto la presenza di soci e autorità in parte in presenza ed in parte in remoto a causa delle restrizioni covid. Per Lucarotti la conferma era stata sancita dalle otto assemblee di area che compongono Confesercenti Toscana Nord (Lucca, Versilia, Pisa, Monti Pisani, Valdera Cuoio, Valdicecina, Massa e Carrara) e che lo avevano indicato come candidato alla presidenza. L’elezione ha preceduto la parte pubblica dell’assemblea aperta a soci ed autorità a cominciare dal presidente regionale e vicepresidente nazionale di Confesercenti Nico Gronchi e dal direttore regionale Massimo Biagioni. Presenti, tra gli altri, il presidente regionale Eugenio Giani in videoconferenza, l’assessora regionale Alessandra Nardini, il presidente del consiglio regionale Antonio Mazzeo.

“Ancora non siamo fuori della crisi pandemica, anche se iniziamo a intravedere la fine del tunnel – sono state le prime parole da neopresidente di Alessio Lucarotti -. Tutta l’Italia sta progressivamente entrando in zona bianca e lunedì 21 finalmente sarà anche il momento della Toscana. Questo non vuol dire libera tutti senza più regole, ma deve essere altrettanto chiaro che va considerata definitivamente archiviata la stagione delle chiusure preventive che hanno devastato il nostro sistema economico. Quello che vogliamo è poter continuare a lavorare in sicurezza e prospettiva, solo così possiamo davvero ripartire”.

“Dobbiamo essere pronti a dare il nostro contributo anche a livello locale con progettualità che possano lasciare il segno durevole e tangibile. Non è più tempo di spender male i soldi – ha detto ancora Lucarotti -. Dal nostro osservatorio, purtroppo, continuiamo a registrare uno scollamento tra l’agenda della politica e quella del reale. Un paese come il nostro avviluppato nella burocrazia che tutto rallenta e intorpidisce, deve trovare le sue priorità nella risoluzione di questi vincoli e lacci. Come imprenditori abbiamo fatto la nostra parte in questi lunghissimi mesi di restrizioni e chiusure. Siamo stanchi. Abbiamo bisogno di unità, di visione, di prospettiva. La partecipazione massiccia dei nostri soci ai vari appuntamenti che hanno portato alla elezione di presidente e presidenza, ci riempie di orgoglio. Abbiamo eletto quasi 500 dirigenti nei nostri organismi. Persone, non numeri. Persone in carne e ossa, con un volto che rappresentano Confesercenti ai tavoli, nelle istituzioni, nelle piazze, perché un’associazione datoriale deve essere fatta di imprenditori, non di funzionari e di numeri anonimi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.