Camera (di Commercio sempre) Aperta, con Alexa

La skill multimodale offre a cittadini e imprese un ulteriore canale di comunicazione per il quale basta la voce

La Camera di Commercio di Pisa corre spedita sulla strada della riorganizzazione digitale dei suoi servizi, protagonista in questo caso la voce, o più precisamente  il linguaggio, sempre più al centro di un grande cambiamento culturale e comportamentale da parte dell’utente, indotto dal progresso tecnologico. È stata presentata, infatti, “Camera Aperta”, la skill sviluppata su piattaforma Alexa che sfrutta l’intelligenza artificiale di Amazon e che apre un nuovo canale di comunicazione tra gli utenti ed i servizi camerali. “Camera Aperta” era già stata annunciata nel marzo 2021, quando era entrato in servizio “WelCam”, il totem con smart speaker Alexa Amazon integrato che da oltre un anno accoglie gli utenti camerali fin dal loro ingresso a Palazzo degli Affari e li aiuta essendo in grado di comprendere le loro domande e di rispondere con linguaggio umano. La skill è dunque il passo successivo a “WelCam”, un avanzamento del medesimo progetto con il quale si raffina la possibilità di comunicazione con la Camera di Commercio pisana mediante una skill che ora è anche pubblica, nel senso che è accessibile agli utenti attraverso lo smart speaker domestico o il proprio telefono cellulare. La skill, certificata da Amazon, sarà liberamente disponibile per tutti e per l’utilizzo sul proprio cellulare, andrà installata la app Alexa tramite Apple Store (per i dispositivi Apple) o Google Play Store (per i dispositivi Android).

In primo luogo, la skill consentirà di ricevere, attraverso l’interrogazione vocale ed anche con l’interazione visiva per i dispositivi con display echo show (interazione multimodale), le informazioni di cui si ha bisogno, ma si potrà, sempre utilizzando la propria voce, ad esempio, prenotare un appuntamento in presenza negli uffici, consultando gli orari liberi che saranno proposti e ricevendo conferma dell’avvenuta prenotazione attraverso e mail. Per rendere il servizio di prenotazione il più diffuso possibile, affianca la skill una pagina web da dove l’utente potrà procedere con la prenotazione di un appuntamento.

Tra i vantaggi c’è innanzitutto, la disponibilità di un canale attivo tutti i giorni e 24h, ma anche la rapidità e la flessibilità per l’utenza nel reperire informazioni istituzionali e nel prenotare appuntamenti da casa, da residenze provvisorie, mentre si è in viaggio, in treno, in auto e con strumenti diversificati ma di uso diretto (smart speaker e anche smartphone). Inoltre, l’utilizzo della propria voce e quindi di uno strumento immediato, semplice e naturale per l’uomo, offrirà un’opportunità di contatto ad un numero elevato di utenti potenziali senza differenze di età, scolarizzazione e competenze. Infine, la skill sarà un valido supporto per le persone non vedenti ed ipovedenti.

“Con la messa in servizio di “Camera Aperta” si concretizza un obiettivo annunciato con il quale si accorcia ulteriormente la distanza tra la Camera di Commercio e gli utenti dei suoi servizi. È sempre molto gratificante veder realizzato un proprio progetto – afferma Valter Tamburini, Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Pisa – ed in questo caso i motivi di soddisfazione sono molteplici. In primo luogo, perché questo nuovo servizio è in piena sintonia al processo di innovazione tecnologica e culturale che deve attraversare la pubblica amministrazione nel post-Covid ed inoltre anche per il particolare momento in cui questo avviene. Tra due settimane la Camera di Commercio di Pisa cesserà di esistere andando a confluire nella nuova Camera frutto della fusione con quella di Lucca e di Massa-Carrara ed è un bel segnale poter chiudere in proiezione, con un progetto come “Camera Aperta” che guarda molto avanti, che punta al nuovo e che porteremo ben volentieri in dote alla nascitura Camera di Commercio Toscana Nord-Ovest”.

 Alla presentazione di Camera Aperta erano presenti in videocall Antonio Romeo, direttore di Dintec (consorzio per l’innovazione tecnologica, di Unioncamere, delle Camere di commercio e dell’Enea) e Paolo Ghezzi, direttore generale di Infocamere (società di informatica delle Camere di Commercio italiane).

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.