Fgl International e Finikem integrao le attività e diventano un’unica azienda foto

Il processo avverrà operativamente nei primi mesi del 2023

Sul mercato sono sempre più percepite come univoche e complementari. Così Fgl International e Finikem, entrambe con sede a Castelfranco di Sotto, diventeranno una sola realtà. Le due aziende di chimica conciaria, che fanno capo alla holding toscana Lapi Group, annunciano la loro intenzione di sviluppare un percorso strategico di unificazione integrando le attività: la prima si occupa infatti di prodotti per la fase umida della lavorazione della pelle, mentre la seconda di soluzioni per la rifinizione.

“L’unione – spiegano – avrà un valore strategico per affrontare con maggiore forza e solidità un mercato sempre più sfidante. La prospettiva è quella di avviare una nuova realtà imprenditoriale univoca dove competenze tecniche, esperienza e know how possano compenetrare, per proporre al mercato un’offerta più competitiva e innovativa ed un servizio sempre più completo”.

L’unificazione avverrà operativamente nei primi mesi del 2023. Saranno portate avanti entrambe le linee di prodotti, una per il wet e una per il finishing. I brand attuali saranno quindi mantenuti in un’ottica di continuità, ma con una gestione imprenditoriale ottimizzata. Nei mesi di preparazione all’integrazione le aziende continueranno ad operare in modo indipendente con gestione dei magazzini, logistica e fatturazione separati.

La nuova realtà imprenditoriale sarà guidata da Francesco Lapi, attuale amministratore delegato delle due aziende, che sarà affiancato dai soci storici di FGL International, Eligio Stoppa e Massimo Rinaldi, e da un nuovo managing director, Fabrizio Ugolini.

“Lapi Group – spiega Francesco Lapi – continua a presidiare il settore della chimica conciaria, suo business storico da oltre 70 anni, offrendo al mercato soluzioni innovative che stiano al passo coi cambiamenti e con le richieste dei clienti. L’unificazione delle attività permetterà di avere soluzioni integrate tra due fasi della lavorazione della pelle strettamente legate. Ringrazio coloro che hanno sostenuto le due aziende in questi anni e hanno permesso di raggiungere la realizzazione di questo progetto, un’occasione di sviluppo e crescita in vista di futuri successi e traguardi. Sono sicuro che i nostri collaboratori supporteranno questo progetto ambizioso”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.