Commercializzazione e trasformazione dei prodotti agricoli, bando da 2,5 milioni

L'avviso, che rientra nel Psr, prevede la concessione di contributi in conto capitale alle imprese

Più informazioni su

Un fondo da 2,5 milioni di euro per le aziende che operano nella trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli. E’ stato infatti approvato dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore all’agricoltura Marco Remaschi, il bando, che prevede la concessione di contributi in conto capitale per le imprese che vogliono investire per modernizzarsi e migliorare il proprio ciclo di produzione, e per aumentare, così, la competitività.

Il bando, che rientra nell’ambito del programma di sviluppo rurale, prevede il sostegno ad investimenti in beni materiali (acquisto macchinari, attrezzature, realizzazione di opere edili, interventi per la sicurezza sul lavoro o per la produzione di energie provenienti da fonti rinnovabili) e immateriali (acquisto di programma informatici e realizzazione di siti web).

La quota minima richiedibile è di 30mila euro, il contributo massimo concedibile arriva a 600mila euro. “E’ un intervento importante per tutta la filiera agroalimentare – commenta l’assessore -. Il rafforzamento di chi opera nella trasformazione e commercializzazione produce benefici per tutti i soggetti, a partire dal produttore primario. Il bando inoltre prevede di sostenere non solo gli aspetti produttivi, ma anche quelli legati alla sicurezza nei luoghi di lavoro, ed è dunque importante anche sotto il profilo della qualità del lavoro”.

Il sostegno ai progetti presentati da imprese operanti nella trasformazione agroalimentare è concesso a condizione che i prodotti in entrata nel processo produttivo siano prodotti agricoli primari appartenenti a vari settori dell’agricoltura e anche della floricoltura.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.