Salute, screening mammografico per le 45enni dell’Empolese Valdelsa

Già contattate 2074 donne nei comuni di residenza

Parte lunedì 16 dicembre lo screening mammografico per le donne che hanno compiuto 45 anni e residenti nei comuni dell’area Empolese Valdelsa. Gli esami di primo livello potranno essere effettuati all’interno dell’unità mobile, adeguatamente attrezzata, che sarà collocata alla Palazzina Rosa (Blocco G) dell’Ospedale San Giuseppe di Empoli.

Il mezzo, in giorni stabiliti, si sposterà anche nei presidi territoriali di Castelfiorentino e Fucecchio. Gli esami di secondo livello, che riguardano approfondimenti clinici (ecografia fino all’eventuale prelievo bioptico) verranno effettuati all’Ospedale di Empoli.

L’unità mobile rimarrà a disposizione per il territorio fino al 20 febbraio del 2020. Sono già state invitate a sottoporsi allo screening mammografico 2074 donne residenti di 45 anni (nate nel 1974), come previsto dalla delibera regionale che include anche il coinvolgimento di donne di età compresa tra i 46 e i 49 anni che si presentano agli sportelli Cup aziendali con la prescrizione medica di mammografia bilaterale per “controllo o prevenzione” (si stimano tra le 1500-1800 richieste).

In questo modo saranno così inserite nel percorso di screening che prevede l’offerta della mammografia di base e degli eventuali approfondimenti ed il richiamo annuale fino al compimento del 50esimo anno di età, quando inizieranno lo screening biennale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.