Quantcast

Venti alloggi per le case popolari: accordo tra 4 Comuni

Dopo i lavori, saranno assegnati tramite bando

In tutto sono 20 gli alloggi in via di acquisizione. Delle abitazioni, porzioni di un fabbricato in via Vittorini a Castelfranco di Sotto, disporranno i Comuni di Castelfranco di Sotto, Santa Croce sull’Arno, San Miniato e Montopoli in Valdarno grazie a un accordo sottoscritto dai sindaci Gabriele Toti, Giulia Deidda, Simone Giglioli e Giovanni Capecchi e finalizzato allo Sviluppo dell’edilizia residenziale pubblica in locazione a canone sociale.

Le case sono state comprate dal Comune di Castelfranco con un finanziamento regionale di 1.123.300 euro, di cui 940mila destinate all’acquisto e circa 180mila per interventi di efficientamento energetico. Secondo quanto previsto dalla misura straordinaria ed urgente siglata, le quattro amministrazioni uniscono le forze per rispondere alla necessità di incrementare l’offerta di alloggi Erp.

Il Comune di Castelfranco di Sotto ha potuto accedere a queste risorse partecipando al bando che la Regione Toscana ha pubblicato per far fronte all’emergenza abitativa (col quale metteva a disposizione 15 milioni di euro), presentando le proposte al Lode pisano anche insieme ai Comuni dello stesso comprensorio quali Santa Croce sull’Arno, Montopoli in Val d’Arno e San Miniato.

Una volta entrati nella graduatoria regionale delle proposte, Castelfranco ha potuto avviare l’acquisto, come prescritto dal bando regionale, di alloggi immediatamente disponibili e assegnabili. La Regione Toscana ha dato precise indicazioni circa l’utilizzo degli alloggi in oggetto, in modo che ognuno dei quattro Comuni possa assegnare gli alloggi di sua competenza secondo la propria graduatoria.

Dei 20 alloggi in via di acquisizione, il Comune di Castelfranco di Sotto disporrà di 13 alloggi, in parte già assegnati in un base ad un bando per alloggi a canone concordato. Il Comune di San Miniato disporrà di 2 alloggi, il Comune di Santa Croce sull’Arno di 3 (essendo il Comune con maggiore pressione abitativa), il Comune di Montopoli in Val d’Arno di 2.

Queste abitazioni, una volta conclusa l’acquisizione da parte del Comune di Castelfranco di Sotto, saranno oggetto di un intervento di efficientamento energetico e al termine di questi lavori saranno poi trasferiti in gestione ad Apes, secondo l’attuale contratto di servizio.

Ogni Comune potrà assegnare nel tempo gli appartamenti secondo la propria graduatoria Erp valida al momento e si rapporterà personalmente con Apes per tutto quanto riguarderà la gestione.

“La collaborazione tra le varie amministrazioni comunali del comprensorio – per i 4 sindaci -, ha permesso di affrontare in modo efficace e sinergico la questione dell’emergenza abitativa che, anche nel nostro territorio, ha bisogno di essere gestita con la giusta attenzione. Con questo accordo abbiamo voluto unire le forze per incrementare i servizi ed avviare così un percorso di ‘sistema casa’ da portare avanti in un’ottica comprensoriale. In questo modo cerchiamo di rispondere in modo attivo alla necessità di far incontrare domanda ed offerta di abitazioni. Sottolineiamo inoltre, il ruolo positivo svolto dalla Regione Toscana che permesso con questa azione di favorire l’incontro tra domanda ed offerta di case, fattore sempre difficile e dare una risposta a molti nuclei”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.