Coronavirus, Fidapa e Lions San Miniato aiutano l’ospedale

Con 3 iniziative: due raccolte fondi e una donazione di camici usa e getta

La Fidapa di San Miniato ha scelto di fare una donazione in contanti, il Lions Club di donare camici usa e getta. Nei pensieri di entrambe le associazioni c’è l’ospedale San Giuseppe di Empoli, come gli altri in questo momento impegnato nell’emergenza coronavirus, oltre alle normali attività di cura e assistenza.

La Fidapa ha partecipato con 500 euro alla raccolta fondi destinata ai reparti di medicina covid 19 dell’Ospedale per acquistare macchinari essenziali. “Il nostro – spiega la presidente Vanessa Valiani – vuole essere un aiuto immediato e tangibile anche se minimo, come le nostre risorse permettono, nell’auspicio che si possa insieme, rimanendo tutti rispettosi delle regole necessarie, riuscire a superare questo momento difficile. Le socie e io siamo vicine a tutte le persone che soffrono e anche a tutti coloro che si trovano in prima linea per affrontare questa emergenza dalla quale siamo convinte si potrà uscire solo uniti e con l’aiuto di tutti.

Ribadiamo che è fondamentale non abbassare la guardia e continuare a seguire le regole che ci sono state date e che sono fondamentali per contrastare il contagio e contenere la sua espansione, quindi ci associamo all’invito obbligo di stare a casa, di spostarsi solo per necessità inderogabili quali spesa, salute, lavoro, anche se con il passar dei giorni può diventare difficile, crediamo che sia l’unico modo per collaborare insieme a sconfiggere il virus e la sua grande capacità di contagio, invitiamo quindi tutti ad avere oggi ‘pazienza’ per ritrovarci domani in quel mondo che oggi ci manca tanto”.

Il Lions Club San Miniato, con una delibera digitale, ha deciso in favore di un primo stanziamento immediato di 5mila euro: 4mila per la donazione di camici usa e getta per la protezione individuale degli operatori sanitari e mille euro per una raccolta fondi promossa dal personale del reparto pediatrico dell’ospedale San Giuseppe di Empoli che reperirà materiale medico di consumo, quale mascherine e caschi protettivi.

Il Club acquisterà mille camici per le Misericordie territoriali, per i medici e gli infermieri di emergenza del 118 e per l’ospedale Stella Maris. La realizzazione dei camici è stata possibile grazie al fondamentale aiuto della famiglia Pro, soci impegnati nel Club da oltre venti anni, titolari di un’azienda di Santa Maria a Monte che ha tempestivamente convertito la produzione. “Il Lions Club San Miniato – così – desidera aiutare concretamente il proprio territorio, seguendo l’esempio della Fondazione Internazionale Lions Club che ha subito provveduto a devolvere 350mila dollari al nostro Paese per questa eccezionale emergenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.