L’armadio solidale di San Donato “veste” i pazienti covid 19 di Livorno

"Spesso i parenti dei degenti si trovano in quarantena e hanno difficoltà a mandare oggetti in ospedale"

Pigiami, biancheria intima, ciabatte e molti altri indumenti destinati ai pazienti affetti da covid 19 sono stati donati all’ospedale di Livorno dall‘armadio solidale della biancheria, allestito dalla comunità di San Donato di Santa Maria a Monte.

“Questi beni – spiega Luca Carneglia, direttore dell’ospedale di Livorno – sono un dono molto utile e gradito che abbiamo messo a disposizione dei nostri ricoverati. Purtroppo questi malati devono rimanere anche settimane senza poter vedere alcun parente con le conseguenti difficoltà ad avere ricambi di biancheria o altro.

Il nostro personale ovviamente si prodiga per mantenere un rapporto, ma spesso anche i parenti dei degenti si trovano in quarantena e hanno difficoltà a mandare oggetti in ospedale. Si tratta ovviamente di materiale nuovo e poter avere a disposizione questo tipo di beni facilita notevolmente la gestione dei pazienti e migliora la qualità della loro permanenza. Per questo salutiamo con favore l’idea e il pensiero che la comunità ha avuto nei confronti nostri e soprattutto dei nostri degenti”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.