Dall’Assoconciatori mascherine e macchinari per gli ospedali del territorio

Dispositivi di protezione anche per le stazioni dei carabinieri del comprensorio

È iniziata la consegna di materiali sanitari (mascherine e macchinari)
 acquistati grazie alla raccolta fondi promossa dall’Associazione
 conciatori tra le sue aziende associate per l’emergenza del
 Covid-19.

Le prime consegne sono avvenute nel weekend, con il corriere Poliword di Santa Croce sull’Arno, che ha effettuato il trasporto gratuitamente ed hanno riguardato l’ospedale Santa Chiara di Pisa e l’ospedale San Giuseppe di Empoli: ad ognuna delle 
due strutture ospedaliere sono state destinate 2500 mascherine Ffp2 (
per un totale di 5000).

La raccolta fondi ha visto la stretta 
collaborazione tra il personale dell’associazione conciatori e il
 personale medico delle strutture ospedaliere coinvolte. 

In particolare, per quanto riguarda l’azienda ospedaliera universitaria
 di Pisa:ì il professor Paolo Malacarne, primario della rianimazione e
 le dottoressa Domenica Mamone, direttore dell’unità operativa farmaceutica e
 dispositivi medici, insieme al dottor Giuseppe Stefani, coordinatore
 infermieristico rianimazione e trapianti di Pisa, con cui durante la
prima fase dell’emergenza Covid, l’associazione ha potuto far
 pervenire al reparto di rianimazione ulteriori mascherine Ffp2, messe 
a disposizione dall’offerta generosa di un’azienda associata.

Per quanto riguarda l’ospedale San Giuseppe di Empoli, la
 collaborazione con l’Assoconciatori ha coinvolto in particolare il
 direttore ospedaliero Silvia Guarducci, Rosario
 Spina direttore della rianimazione e il personale infermieristico, con
 la coordinatrice e responsabile della distribuzione dei dispositivi
 Dpi Loriana Meini.

Ulteriori mascherine sono state consegnate nel weekend anche alle
 stazioni dei carabinieri di Santa Croce sull’Arno, Fucecchio,
 Castelfranco di Sotto e alle compagnie dei carabinieri e della
 Guardia di finanza di San Miniato, come manifestazione di stima da 
parte dell’associazione verso il lavoro e l’impegno delle autorità di
 sicurezza che si sta confermando prezioso per la
 collettività anche in questo delicato momento storico.

La raccolta fondi prosegue e nei prossimi giorni vedrà la consegna 
anche di specifici macchinari sanitari alle strutture ospedaliere.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.