Una nuova ambulanza per la Misericordia di Santa Croce sull’Arno foto

Il governatore Conservi vuole rinnovare il parco mezzi, anche con una nuova jeep per i servizi di Protezione civile

C’è una nuova ambulanza pronta ad entrare nel parco mezzi della Misericordia di Santa Croce sull’Arno. Un’ambulanza di ultimo modello, ormai prossima all’acquisto, che all’inizio del nuovo anno andrà a sostituire la più vecchia di quelle attualmente in servizio. “Stiamo valutando in questi giorni quale modello acquistare” dice il governatore Piero Conservi, spiegando di avere in cantiere anche l’arrivo di una nuova jeep per i servizi di Protezione civile.

Basta questo a dare il senso di un impegno che non si ferma, neppure in piena pandemia. Un impegno che tuttavia deve fare i conti con il difficile momento che sta mettendo a dura prova anche le risorse e i bilanci delle più storiche associazioni di volontariato. Per questo Conservi lancia l’appello alla cittadinanza e alle aziende di Santa Croce. “Perché il momento è difficile e particolare per tutti – afferma – ma la Misericordia è sempre stata presente e continuerà ad esserlo”.

Forte di ben 142 di storia, con un parco mezzi di 13 veicoli e un “esercito” di 74 volontari e 7 dipendenti, la Misericordia di Santa Croce ha portato avanti per tutto il 2020 le attività sanitarie, sociali, istituzionali e di protezione civile, rimanendo attiva con tutto il suo personale per l’emergenza territoriale, i trasporti ordinari e il trasporto di positivi Covid verso gli ospedali o le strutture sanitarie dedicate. Dall’inizio della pandemia ha anche effettuato 85 consegne di spesa e farmaci a domicilio, il servizio di vigilanza nei mercati di Santa Croce e Staffoli, la sanificazione di strade e parchi pubblici, senza dimenticare l’imbustamento e la distribuzione delle mascherine porta a porta in appoggio all’amministrazione comunale, nonché tutti gli altri interventi di Protezione civile legati principalmente al maltempo.

“Per continuare ad essere presenti – afferma Conservi – la Misericordia ha bisogno del sostegno e dell’aiuto di tutti: i soci con il rinnovo delle tessere, le aziende con elargizioni e contributi, ma anche di qualsiasi cittadino che senta la volontà di supportarci con un contributo volontario. Tutte le elargizioni alla nostra associazione sono deducibili e detraibili a fini fiscali, purché siano effettuati tramite bonifico bancario o conto corrente postale”.

Nel primo caso l’Iban a cui versare è IT52A0523271160000000012871, mentre il numero di conto corrente postale è 14486567. Per qualsiasi informazione è possibile contattare il numero 0571 34444.

“Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti: anche poco può fare la differenza” conclude Conservi, scelto recentemente alla guida del nuovo magistrato che guiderà l’associazione fino al 2024.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.