Festa virtuale per l’Epifania con la Calamita

Anche il sindaco all'appuntamento con l'associazione che si riorganizza con l'online

La Befana, la vecchietta che tra storia e tradizione, riempie i sogni dei bambini, portando via tutte le festività natalizie, a Fucecchio, e in particolar modo in piazza Salvo d’Acquisto, è da sempre sinonimo di una serata divertente tra giochi, dolci e sorprese.

E quest’anno, benché le condizioni non permettessero i consueti festeggiamenti, la Calamita non si è lasciata trovare impreparata e non ha rinunciato ad accogliere la simpatica vecchietta. Impossibilitati a trascorrere il classico dopocena, al Centro di aggregazione, infatti, si è pensato di omaggiare l’anziana signora in modo originale ed alternativo.

Con oltre 200 collegamenti tramite la pagina Facebook ed altri 72 collegamenti su una piattaforma virtuale contando più di 200 persone, compresi partecipanti fuori provincia e fuori regione, gli amici dell’organizzazione fucecchiese hanno trascorso la serata del 5 gennaio giocando virtualmente a tombola, ciascuno dalla propria abitazione, scambiandosi reciprocamente battute di spirito.

“Il sorprendente risultato, data la prima esperienza di questo tipo – ripetono dall’organizzazione – è ancora più soddisfacente se si pensa alla collaborazione del Comune di Fucecchio che ha mostrato la propria disponibilità attraverso l’attiva partecipazione del sindaco Spinelli e di Carla Santarnecchi, del Centro di elaborazione dati del Comune. Al primo cittadino che ha dedicato una poesia di Gianni Rodari a tutti i bambini connessi e alla Santarnecchi che ha gestito egregiamente l’incontro dal punto di vista tecnologico, il presidente Salvaggio rivolge un sincero ringraziamento. I responsabili de La Calamita, stimolati dagli incoraggianti risultati di questa Epifania, stanno elaborando nuove iniziative e ulteriori occasioni di incontro tramite l’utilizzo dei social per i prossimi mesi, in modo da sentirsi vicini nonostante le limitazioni previste dal delicato momento che stiamo attraversando; pertanto, sollecitano tutti coloro che desiderano rimanere al fianco de La Calamita o diventarne parte, di tenersi aggiornati tramite la pagina Facebook dell’organizzazione di volontariato ed i siti di informazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.