Quantcast

Sopralluogo del garante per la disabilità al nuovo ambulatorio di Massarella

Ospiterà anche il centro prelievi, impegno del Comune di Fucecchio ad assicurare l'accesso e l'inclusione

Il garante per la disabilità del Comune di Fucecchio, Mariano Gasperini, ha visitato la struttura che ospiterà il nuovo ambulatorio medico e punto prelievi di Massarella. Nominato da meno di due mesi dal sindaco Alessio Spinelli per supportare l’amministrazione comunale nelle politiche di inclusione e per uno sviluppo del territorio che sia sempre più rispettoso delle diversità, il garante è già al lavoro sia nel ricevimento dei cittadini (tutti i mercoledì dalle 10,30 alle 12 in Comune) sia nel suo impegno per il superamento degli ostacoli che impediscono mobilità e piena inclusione sociale.

E proprio con questo spirito che ieri, insieme al sindaco, ha effettuato un sopralluogo ai lavori di ristrutturazione che daranno vita al nuovo ambulatorio di Massarella. L’obiettivo è quello di avere una struttura sanitaria che vada oltre alle normative che garantiscono l’accesso alle persone disabili. La visita è servita per appurare che l’edificio e i percorsi di accesso che verranno creati possano rispondere al meglio, sotto vari aspetti, alle esigenze delle persone con disabilità ma anche degli anziani e delle famiglie con bambini piccoli.

“Abbiamo istituito questa figura del garante – spiega il sindaco – proprio perché nelle nuove progettazioni non intendiamo accontentarci del semplice rispetto delle specifiche normative ma vogliamo fare un ulteriore salto in avanti verso una società sempre più inclusiva”

“Questa nostra comunità – aggiunge Mariano Gasperini – si è data un impegno: cercare di essere inclusiva. Nel caso dell’ambulatorio di Massarella significa dare tranquillità e un servizio alla popolazione tutta, ed in particolare alla più numerosa, quella anziana che sempre più spesso diventa disabile funzionale. Se un ambiente, e l’accesso al medesimo, è in sicurezza e non crea inciampi ad uno in carrozzina, è assai improbabile che ne crei ad altri. Ecco il nostro modesto contributo all’inclusione, alla sicurezza e all’autonomia delle persone”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.