Quantcast

Stefano Caverni nuovo presidente dei donatori Fratres di Fucecchio

Il 26 giugno l'assemblea ha eletto i nuovi soci dopo un anno di pandemia

Dopo diversi mesi dalla scadenza naturale del mandato 2016-2020, prorogata per i problemi legati alla pandemia, lo scorso 26 giugno si è tenuta l’assemblea dei soci donatori di sangue Fratres di Fucecchio, durante la quale, oltre la parte ordinaria di approvazione delle attività e del rendiconto 2020, nonché del bilancio di previsione per il corrente anno, sono state effettuate le votazioni per l’elezione di 9 soci che sarebbero andati a formare il nuovo consiglio direttivo a valere per il prossimo quadriennio.

La lista dei candidati era composta di ben 22 donatori e donatrici che avevano dato la loro disponibilità ha visto le seguenti preferenze in ordine decrescente di voti riportati: Manuela Botrini, Luigi Cardini, Stefano Caverni, Elena Ancilotti, Michele Liguori, Gabriele Frino, Lorenzo Lambruschini, Maria Nunziata Liguori, Serena Lambruschini.

Seguono gli altri candidati così elencati: Emilio Cataldo, Barbara Cespoli, Fabrizio Carli, Barbara Paciotti, Avni Qama , Rosella Caselli, Francesco Turolla, Giancarlo Branchi, Loriana Cartocci, Raffaelina Mauri, Sonia Parri, Alessandro Grossi, Marta Pampana, fuori lista Antonio Pisano.

Il 6 luglio i primi nove eletti si sono riuniti per l’assegnazione delle cariche sociali previste dalle norme statutarie. Stefano Caverni è stato nominato presidente, Elena Ancilotti vice presidente, Maria Nunziata Liguori segretario, Michele Liguori amministratore e Luigi Cardini capogruppo. I consiglieri sono Manuela Botrini, Gabriele Frino, Lorenzo Lambruschini e Serena Lambruschini

Il nuovo consiglio direttivo “desidera ringraziare – si legge in una nota – i donatori e le donatrici che, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, si sono recati a donare durante tutti questi mesi, permettendo a numerosissime persone di continuare a vivere; auspica inoltre di poter ritornare quanto prima a svolgere l’attività di promozione in presenza, consapevole dell’importanza di tutte quelle iniziative svolte in proprio o in collaborazione con le altre associazioni e gli enti che permettano di divulgare la cultura della donazione. Un doveroso riconoscimento è infine da esprimere al precedente consiglio direttivo, che nel corso del proprio mandato ha sempre promosso con impegno il tema della donazione del sangue ed emocomponenti, in particolare durante i mesi più duri e difficili del 2020″.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.