Quantcast

Circondario Empolese Valdelsa, approvata l’esenzione dal ticket sanitario per le persone in difficoltà

Vi si accede con Isee inferiore o uguale a 6mila euro

Un aiuto concreto alle persone in difficoltà economica che potranno richiedere l’esenzione dal ticket sanitario. È quanto ha stabilito, con propria delibera, la giunta dell’Unione dei Comuni circondario empolese Valdelsa per l’anno 2022. Potranno richiedere l’esenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria (ticket), i cittadini che abbiano residenza anagrafica in uno dei Comuni dell’unione, che non siano in possesso di altre esenzioni dalla compartecipazione alla spesa sanitaria previste dalla vigente normativa regionale e nazionale e che presentino una attestazione Isee il cui valore sia uguale o inferiore a 6mila euro.

La concessione dell’esenzione è limitata in relazione al numero dei componenti del nucleo familiare anagrafico ed è successiva alla prenotazione della visita medica o alla presentazione della ricetta del medico. In caso di nucleo familiare composto da 1 a 3 persone saranno concesse massimo 4 esenzioni, per i nuclei familiari da 4 a 6 persone massimo 6 esenzioni e per i nuclei familiari composti da più di 6 persone massimo 8 esenzioni.

Per ottenere l’esenzione, oltre ai requisiti sopra elencati, ogni componente del nucleo familiare non deve essere titolare di diritto di proprietà, usufrutto, abitazione, altro diritto reale su un fabbricato diverso dall’abitazione principale e dalla sua pertinenza ubicato in qualsiasi località italiana e/o straniera in percentuale pari o superiore al 50 per cento, non essere intestatario, a qualunque titolo o avente piena disponibilità, di autoveicoli ovvero motoveicoli immatricolati la prima volta nei ventiquattro mesi antecedenti la richiesta, fatti salvi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità ai sensi della disciplina vigente, e non deve essere intestatario, a qualunque titolo o avente piena disponibilità, di navi e imbarcazioni da diporto. Inoltre non deve essere assegnatario di una abitazione pubblica e non deve trovarsi in condizione di morosità nei confronti del comune di residenza, a meno che l’intera morosità non venga sanata prima della presentazione della domanda.

Infine, nel caso di Isee pari a zero, non sarà concesso nessun contributo se non dietro presentazione di espressa dichiarazione relativa alla fonte di sostentamento e di autocertificazione che attesti che il nucleo del richiedente usufruisce di redditi certificabili, oppure nel caso in cui nel nucleo familiare sia presente un soggetto invalido.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.