Quantcast

La Misericordia San Romano compie 150 anni e si regala un calendario di eventi foto

Che si concluderà con Medici in Piazza: parteciperanno 25 dottori

“Iniziamo oggi 14 maggio i festeggiamenti dei 150 anni della nostra Arciconfraternita di Misericordia di San Romano, un impegno piacevole, ma faticoso, perché sentiamo la responsabilità di questa associazione, una delle più longeve del nostro comprensorio”. Lo ricorda, orgoglioso, il presidente della Misericordia di San Romano Paolo Barro. “Anche se non abbiamo ambulanze o mezzi di pronto intervento – precisa -, prestiamo molta attenzione al tema del solidale, infatti l’associazione è sempre stata presente al momento del bisogno.

Negli ultimi sei anni siamo cresciuti, grazie soprattutto alle sempre più numerose ‘quote rosa’ che si sono aggiunte al gruppo. C’è da dire che quest’anno è stato particolare a livello globale e per questo anche l’associazione si è organizzata di conseguenza: abbiamo fatto una raccolta alimentare e di indumenti per gli ucraini e tutto è giunto a destinazione con nostra grande soddisfazione, ma anche del comune, sempre pronto a donare agli altri”.

Le manifestazioni per il 150esimo anniversario della Misericordia avranno inizio domani 15 maggio alle 9,30 con la relazione del Governatore nella salone mediceo del Convento Francescano, seguito alle ore 10 dall’approvazione del bilancio consuntivo e preventivo per poi concludersi alle ore 11 con la santa messa in cui vi sarà la vestizione dei nuovi soci, la benedizione delle tessere e il tesseramento dei soci. Domenica 22 maggio, invece dalle ore 8,30 si terrà il raduno dei mezzi delle Misericordie del comprensorio e non solo, con il saluto del governatore Paolo Barro e delle autorità. La mattinata si articolerà poi con lo scoprimento della lapide in onore del 150esimo anniversario, seguito poi dalla santa messa officiata dal vescovo di San Miniato con la partecipazione della Corale di Castelfiorentino.

Infine, sfilerà un carosello delle Misericordie Toscane per le vie del comune e a conclusione dell’iniziativa si terrà un pranzo conviviale nella sede della Misericordia di San Romano con la consegna degli attestati di partecipazione alle Misericordie presenti. Sempre negli stessi locali mercoledì 25 maggio si terrà un’apericena alle 20,30, seguita alle 21,30 dalla presentazione del libro “Una Parola per le Mamme” a cura di Lucia Anita Iuliano. invece, venerdì 27 maggio avrà luogo in Piazza La pace il concerto “Il Resto della Ciurma” – Vasco Rossi Tribute. A seguire, nel pomeriggio di sabato 28 maggio, alle ore 15,30, nel salone mediceo del Convento Francescano, sarà tenuta la conferenza di Alessio Lubrani, direttore Territoriale Area Empolese 118, mentre alle ore 16,15 in Piazza della Costituzione saranno fornite dimostrazioni pratiche da parte della Misericordia. La serie di eventi si concluderà domenica 29 maggio con l’iniziativa “Medici in Piazza” dalle ore 9 alle ore 13. 

“Quest’anno ci sono 25 medici che hanno aderito all’iniziativa. L’ultimo anno che abbiamo fatto la manifestazione abbiamo avuto più di 170 persone visitate, ma quest’anno sono sicuro che aumenteranno data la situazione da cui veniamo. Ringrazio il nostro comune e tutta l’amministrazione che ci sono stati vicini”.

“Questa mattina siamo qui per iniziare il percorso che porterà ai festeggiamenti dei 150 anni della Misericordia di San Romano.
In questi due anni abbiamo collaborato molto a causa del covid, ma voglio porre l’accento in particolare su Medici in Piazza – ha detto il sindaco Giovanni Capecchi –. Diciamo che la pandemia ha messo al centro del dibattito la salute e ciò che non andava bene nel sistema, quindi ci ha dato allo stesso tempo l’occasione di migliorarci ad esempio sul tema della prevenzione, attraverso iniziative come Medici in Piazza. Anche perché, il timore di recarci in ospedale era diffuso a causa del virus, mentre ad oggi, con questa iniziativa, torniamo in un certo senso alle nostre abitudini, prima che la pandemia le stravolgesse”.

Lo spostamento di sede – spiega Francesco Martini – si è reso necessario per la mancanza di parcheggi, spazi della vendita e spazi della consulenza, che non erano sufficienti. Adesso, abbiamo voluto creare nuovi spazi sia per gli esterni che per gli interni, con anche l’ausilio di un robot che svolgerà il servizio di prelevare il farmaco dal magazzino al posto del farmacista in modo che quest’ultimo possa dedicare più tempo al cliente. Speriamo in questo modo di dedicare più spazio e tempo alle persone, elemento molto mancante durante la pandemia”.

Conclude il rappresentante dei medici Massimo Tesi, il quale dichiara: “Mi associo agli auguri alla misericordia e mi piace il fatto che l’aiuto al prossimo sia diventato un aspetto importante della quotidianità. Devo ammettere che durante l’apice della pandemia i carichi di lavoro erano impressionanti, ma anche dopo il covid sono continuati ad esserlo, quindi ci aspettiamo che le istituzioni ci vengano incontro per sopperirvi e speriamo di cambiare anche la sanità italiana con queste iniziative”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.