Giani chiama Shalom in Costa D’Avorio: “Impegno per un patto d’amicizia” foto

"E una fattiva collaborazione per lo sviluppo e per eliminare l'immigrazione irregolare"

Possibili sviluppi del settore imprenditoriale fra la Toscana e la Costa d’Avorio. Il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha raggiunto telefonicamente la delegazione Shalom mentre era in riunione con il presidente Siama Bamba della grande Regione di Bangoue.

Dalla conversazione, raccontano dall’associazione, “è uscito un impegno per un patto d’amicizia e una fattiva collaborazione per lo sviluppo e per eliminare l’immigrazione irregolare”.

Quella della Costa d’Avorio è una delle economie più prospere dell’Africa, basata principalmente sull’esportazione di materie prime: quasi il 70% del popolo ivoriano è impiegato in qualche forma di attività agricola. I principali prodotti sono caffè, cacao, olio di palma, banane e ananas, canna da zucchero, cotone e caucciù.

Non mancano giacimenti di petrolio, diamanti e oro.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.