Rifiuti, Toscana al secondo posto per la raccolta differenziata di carta e cartone

Prato e Firenze le province che incrementano più delle altre con media pro capite tra le migliori d’Italia

Nel 2021 in Toscana sono state raccolte e correttamente avviate a riciclo oltre 300mila tonnellate di carta e cartone con un incremento di 17.561 tonnellate rispetto al 2020.

Lo confermano i dati del 27esimo rapporto annuale sulla raccolta differenziata e riciclo di carta e cartone in Italia diffuso da Comieco, Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica. Ogni cittadino ha contribuito differenziando 85,5 chili di materiali cellulosici, solo l’Emilia-Romagna ha fatto meglio.

“La Toscana, sede di uno dei più importanti distretti cartari italiani, torna a dare prova di essere una delle regioni più virtuose d’Italia – afferma Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco -. Nel giro di un anno ha saputo compensare ampiamente le perdite subite durante il 2020 con una crescita che sfiora il 6%. Un andamento positivo confermato anche dal livello di intercettazione della frazione cellulosica sul totale dei rifiuti prodotti, che rappresenta il 14,7%: risultato, anche in questo caso, tra i migliori in Italia”.

Durante il 2021 in Toscana Comieco ha gestito direttamente 190.882 tonnellate di carta e cartone, pari al 60,8% della raccolta complessiva. Ai 268 comuni convenzionati sono stati riconosciuti corrispettivi per oltre 16,6 milioni di euro.

La raccolta per provincia

Analizzando i dati nel dettaglio si può notare come mostrino delle contrazioni significative solo le province di Arezzo (-1.128 tonnellate) e Grosseto (-918 tonnellate), mentre tutte le altre registrano un segno positivo.

In provincia di Arezzo raccolte oltre 22.000 tonnellate di carta e cartone, con un pro-capite di 66,6 chili, a Firenze  102.218 tonnellate totali e 103,7 chili la media di raccolta di ciascun cittadino, a Grosseto quasi 13.000 tonnellate raccolte e un pro-capite medio di 59,2 chili, a Livorno più di 21.700 tonnellate di carta e cartone, pro-capite di 65,9 chili, a Lucca raccolte poco più di 35.000 tonnellate con un pro-capite di 92,2 chili, a Massa Carrara 11.277 tonnellate raccolte, 59,4 chili differenziati in media da ogni cittadino, a Pisa  quasi 30.000 tonnellate di carta e cartone, per un pro-capite di 70,5 chili, a Pistoia raccolte oltre 19.500 tonnellate e una media pro-capite di 67,3 chili, a Prato 40.261 tonnellate e il pro-capite più alto d’Italia, 157,2 chili e a Siena quasi 19.000 tonnellate di carta e cartone raccolte, con un pro-capite di 71,6 chili

Quantità e qualità della raccolta differenziata di carta e cartone in Italia

A livello nazionale, nel 2021 la raccolta differenziata di carta e cartone delinea una situazione caratterizzata da un andamento ovunque positivo. Oltre 3,6 milioni di tonnellate di materiale cellulosico sono stati differenziati complessivamente in tutto il Paese con i volumi complessivi di raccolta comunale in crescita di oltre 110.000 tonnellate (+3,2%) e la media pro capite del paese supera per la prima volta i 60 chili per abitante. Dal rapporto Comieco risulta come l’Italia per il secondo anno consecutivo abbia raggiunto l’obiettivo UE 2030 per il tasso di riciclo degli imballaggi cellulosici fissato all’85%, traguardo tagliato già l’anno precedente con 10 anni di anticipo.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.